Seguici su

Inquinamento

Rifiuti tossici dall’Australia alla Francia: lo smaltimento del gruppo chimico Orica

Il colosso australiano della chimica vuole portare in Francia 15mila tonnellate di esaclorobenzene

Il colosso australiano della chimica Orica ha annunciato quest’oggi di avere depositato una domanda per inviare in Francia rifiuti altamente tossici che sta tentando di inviare all’estero da molti anni.

Il gruppo possiede 15mila tonnellate di esaclorobenzene, un prodotto sospettato di essere cancerogeno per l’uomo e la cui utilizzazione è proibita dalla Comunità Europea dal lontano 1981. Si tratta di un rifiuto collegato alla produzione di cloro e soda caustica e che può persistere a lungo nell’ambiente.

L’Australia non dispone di infrastrutture che permettano la distruzione di questi rifiuti e le richieste depositate in Germania nel 2007 e in Danimarca nel 2010 per una distruzione in quei paesi sono state oggetto di proteste da parte dei gruppi ambientalisti.

Orica – che ha prodotto questi rifiuti tossici dal 1963 al 1991 – ha indicato di avere fatto richiesta al gruppo francese Tredi Sa e che 132 tonnellate verranno inviate in un primo tempo: qualora l’operazione dovesse riuscire altri rifiuti arriveranno Oltralpe.

L’Australia ha fatto sapere che la sua richiesta di invio rispetta sia la convenzione di Bâle del 1989 che regolamenta il trasporto dei rifiuti pericolosi, sia quella di Stoccolma del 2001 che ha come obiettivo l’eliminazione degli inquinanti organici persistenti. Greenpeace si è opposta al trasporto di questi rifiuti sia per i rischi di incidente in mare, sia per i rischi di inquinamento dell’aria.

Orica, fra l’altro, è sponsor di un’importante squadra professionistica che, in questi giorni, sta partecipando al Giro d’Italia, insieme all’altro sponsor GreenEdge, un portale di shop online per vegani. Quando si dice il green washing

Via | Le Monde

Foto | Youtube

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa