Seguici su

Inquinamento

La “bolla” del gas scisto sta per scoppiare

Il Ceo della Bhp Andrew Mackenzie lancia l’allarme. Anche la Baker Hughes ha annunciato il licenziamento di 7mila dipendenti

La “bolla” del gas scisto sta per scoppiare e le conseguenze per gli equilibri dell’economia mondiale sono assolutamente imprevedibili. Cosa potrà succedere se dovesse crollare il perno sul quale l’amministrazione ha (ri)organizzato la propria politica energetica? Quali scenari potranno delinearsi se dovesse venire meno la strategia tendente all’autonomia energetica voluta dall’ospite della Casa Bianca? Come ha spiegato Ecoblog sono settimane decisive anche per l’oleodotto Keystone XL, ma ora un Ceo della compagnia petrolifera australiana BHP, Andrew Mackenzie, lancia l’allarme annunciando l’intenzione di dismettere il 40% delle attrezzature perforanti nelle piattaforme per l’estrazione del gas scisto negli Stati Uniti.

La riduzione dei prezzi imposta dal mercato parallelo stimolato dallo Stato Islamico ha messo le compagnie petrolifere con le spalle al muro:

Ci siamo mossi molto velocemente in risposta ai minori prezzi e ridurremo gli impianti negli Usa del 40% dalla fine dell’anno finanziario in corso. Il programma rivisitato delle trivellazioni beneficerà poi dei miglioramenti d’efficacia in corso. Il nostro programma di investimento rimarrà focalizzato sul ricco bacino di gas di Black Hawk. Tuttavia, manterremo la nostra attività sotto revisione,

ha dichiarato Mackenzie. Negli scorsi giorni anche Baker Hughes, una compagnia attiva in 90 Paesi, aveva annunciato il licenziamento di 7mila dipendenti.

L’opportunità per iniziare un iter di conversione verso le energie rinnovabili non è mai stata così a portata di mano, allo stesso tempo non è mai stato così evidente come la tenuta del sistema geopolitico costruito negli ultimi due secoli e mezzo sia determinata da un unico elemento collante: le risorse fossili. Ma se persino i petrolieri dicono che la bolla del gas scisto scoppierà è il momento per iniziare, da subito, a nuove risorse e nuovi modelli di business.

Via | Business Insider

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa