Seguici su

Clima

Schwarzenegger: “Il cambiamento climatico non è fantascienza”

L’attore ed ex governatore della California è in prima fila nella lotta ai cambiamenti climatici

L’ex governatore della California Arnold Schwarzenegger, ora tornato a recitare a Hollywood, è fra i più convinti sostenitori della lotta ai cambiamenti climatici. Qualche mese fa aveva tenuto a Parigi, al Palais d’Iéna, un discorso sul tema e ora, a pochi mesi dalla conferenza sul clima che si svolgerà a Parigi, Schwarzy è stato scelto dal governo francese per unirsi a un gruppo che include premi Nobel, filosofi, segretari generali dell’Onu, capi spirituali e teologi e che dovrà ragionare su come agire con urgenza sul cambiamento climatico.

Ieri, la star di Terminator ha parlato in un evento preparatorio del summit del prossimo dicembre e ha detto che una catastrofe planetaria potrà essere evitata solamente grazie a un’azione etica.

Ho recitato in molti film di fantascienza e lasciate che vi dica una cosa: il cambiamento climatico non è fantascienza. Questa è una battaglia nel mondo reale e ha un impatto su di noi ora,

ha detto Schwarzenegger aggiungendo che

Questa è la sfida del nostro tempo. Ed è nostra responsabilità lasciare questo mondo come un posto migliore di quello che abbiamo trovato, cosa che non stiamo facendo per le generazioni future.

Schwarzenegger ha citato alcuni dati: i 40 miliardi di tonnellate di emissioni di anidride carbonica che ogni anno finiscono nell’atmosfera e 7 milioni di morti premature a causa dell’inquinamento atmosferico.

L’incontro è stato organizzato da François Hollande in vista del vertice parigino di fine anno e ha visto la presenza dell’ex segretario generale Onu, Kofi Annan, il quale non ha usato perifrasi per descrivere ciò che ci attende nell’immediato futuro:

Se non si interviene subito mia nipote vivrà in un mondo in preda a ondate di calore, siccità e inondazioni gravi. Città come New York e Venezia saranno sommerse. Siamo sull’orlo di una catastrofe, ma la soluzione della crisi climatica non può essere lasciata ai soli governi. La gente sta prendendo l’iniziativa e sta chiedendo il cambiamento. Non dobbiamo fallire.

Anche il Cardinale Peter Turkson – che ha contribuito alla stesura dell’enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco – ha sottolineato come il peso dei cambiamenti climatici ricada maggiormente su chi ha meno contribuito a provocarli.

Musulmani, cristiani, taoisti, confuciani, sciamani, gesuiti, buddisti e rappresentanti di altre religioni hanno chiesto ai politici di agire in nome del genere umano a Parigi. L’enciclica papale ha davvero aperto una strada e ora molte religioni sembrano avere compreso di dovere/potere giocare un ruolo determinante nella lotta ai cambiamenti climatici.

Via | The Guardian

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa