Camosci appenninici in aumento: sono oltre 2700

Nel censimento 2015 rilevato il 45% degli esemplari in più rispetto all’anno precedente

La popolazione dei camosci sugli Appennini è in rapido aumento. Secondo il censimento compiuto nel 2015 gli esemplari presenti sulla catena montuosa che attraversa l’Italia dalla Liguria alla Calabria sarebbero oltre 2700, vale a dire +45% rispetto alle stime del 2014.

Si tratta di un risultato estremamente importante visto che nei primi anni del ‘900, nell’area che sarebbe successivamente divenuta il Parco Nazionale d’Abruzzo sopravvivevano solamente 30 esemplari di camoscio appenninico che si trova esclusivamente nei parchi naturali degli Appennini del centro e sud Italia e in nessun altra zona del mondo.

Il ripopolamento è il frutto di una campagna lanciata 25 anni fa, quando alcuni studiosi lanciarono l’obiettivo di ripopolare l’Appennino con 2000 camosci oltre i 2000 metri d’altitudine, entro gli anni 2000.

Via | Ansa

Ultime notizie su Animali

Gli animali e la problematica ecologica: le specie in via di estinzione, le curiosità, la difesa degli animali, le associazioni animaliste.

Tutto su Animali →