Bonifica ambientale ad Olbia: rimosse 920 tonnellate di pneumatici

Il ministro Costa, riferendosi alla bonifica ambientale di Olbia, parla di esempio virtuoso di economia circolare e di scongiurato pericolo per cittadini.

Quando arriva qualche buona notizia sul fronte della bonifica ambientale il cuore ne trae sollievo. Ad Olbia una bomba ecologica è stata disinnescata, con il recupero di un'area dove insistevano 920 tonnellate di pneumatici fuori uso.

Per completare il prelievo, eseguito in un'area industriale dismessa, sono stati necessari 102 viaggi di automezzi adatti allo scopo: una cifra che dà la dimensione dell'intervento.

L'azione di bonifica è il buon frutto di un'iniziativa resa possibile dall'accordo fra l'amministrazione comunale della città costiera nel nord-est della Sardegna ed Ecopneus, che si è fatta carico di tutti i costi dell'operazione.

Adesso è scongiurato ogni eventuale rischio per l'ambiente e per la salute della popolazione esposta in caso di incendio nell'area. Il ministro Sergio Costa esprime vivo compiacimento per l'azione di bonifica ambientale eseguita ad Olbia.

Ecco le sue parole: "Quello messo in atto è stato un intervento importante, non soltanto perché ha rimesso in sicurezza e riportato alla legalità un luogo che, in caso di incendio, avrebbe causato gravi danni al territorio mettendo a rischio la salute dei cittadini, ma anche perché questi pneumatici verranno ora riportati a nuova vita, andando così a costituire un virtuoso esempio di economia circolare".

"Uno dei primi decreti sull'end of waste in arrivo -prosegue il ministro dell'ambiente- riguarda proprio questo materiale che recuperiamo già bene: ammontano a 350.000 tonnellate le gomme raccolte ogni anno".

Fonte | Ministero dell'Ambiente

  • shares
  • Mail