Smart mobility: Wheem-I per chi usa la sedia a rotelle

La Wheelchairs Mobility Interface, progettata da Italdesign, è il primo esempio di smart mobility per chi si muove sulla sedia a rotelle.

Con Wheem-I la smart mobility diventa accessibile per chi è costretto all'utilizzo di una sedia a rotelle, offrendo una soluzione di sharing intelligente e attenta ai bisogni di chi nella vita è stato meno fortunato.

Wheelchairs Mobility Interface è il frutto di un progetto sviluppato da Italdesign ed Etisalat. Si tratta di una piattaforma mobile semiautonoma a trazione elettrica, su cui l'utente può salire con la propria sedia a rotelle, per muoversi in modo semplice ed efficace in ambito urbano, giovandosi anche di un sistema integrato di sensori che aiutano l'utente a evitare collisioni con qualsiasi tipo di ostacolo.

Per prenotare questo mezzo, progettato per superare agevolmente le barriere architettoniche, basterà far ricorso all'apposita app e scegliere l'esemplare più vicino, selezionando uno degli hub urbani predisposti per il servizio. A fine esperienza, l'utente potrà consegnare Wheem-I in un altro hub, dove il veicolo si metterà al servizio di un nuovo richiedente.

Questo inedito progetto allarga il campo operativo dello sharing ecologico e segna una nuova tappa nella tela della smart mobility. Il modello in esame è stato svelato al Dubai World Trade Centre durante la Gitex Technology Week.

Ecco le parole di Jörg Astalosch (amministratore delegato di Italdesign): "Crediamo fermamente che la mobilità del futuro debba avere un impatto positivo sulle vite di tutti noi. Wheem-I è parte di questa visione, che speriamo davvero di trasformare in realtà".

  • shares
  • Mail