Seguici su

Inquinamento

Ministero dell’Ambiente: per le bonifiche una direzione generale

Il ministro Costa: “Sarà un anno importante. Svolta decisiva per superare lentezza burocratica”. La nuova organizzazione del suo dicastero punta a snellire gli iter delle bonifiche.

La drammatica attualità dell’inquinamento ambientale pone anche la pressante necessità di dare maggiore snellezza alle procedure di recupero dei luoghi colpiti dal fenomeno. A volte, infatti, le burocrazie rallentano gli iter, aggravando la situazione.

Consapevole di questo, il ministro dell’ambiente Sergio Costa ha intrapreso un’azione concreta di grande importanza nell’ottica della velocizzazione degli interventi.

Il titolare del dicastero di via Cristoforo Colombo ha dotato la struttura che a lui fa capo di una direzione generale dedicata esclusivamente alle bonifiche. Questo prevede la nuova organizzazione amministrativa del Ministero dell’Ambiente, che sarà fondata su due capi dipartimento, chiamati a coordinare i temi generali focalizzati rispettivamente sugli aspetti di tutela e salvaguardia ambientale e sulle politiche di transizione ecologica, e otto direzioni generali, a presidio dei settori di competenza.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/190424/ministero-dellambiente-cambia-lorganizzazione”][/related]

Costa saluta con fiducioso ottimismo il cambio di passo: “Abbiamo creato una direzione sulle bonifiche. Questo ci consentirà di dare una svolta decisiva per superare la lentezza burocratica che per troppo tempo ha tenuto in ostaggio territori bisognosi di interventi urgenti. Se fino allo scorso anno chi si occupava di bonifiche aveva anche la responsabilità del dissesto idrogeologico e della tutela delle acque e depurazione, da oggi in avanti non sarà più così“.

Lo scorso anno – prosegue il ministro- abbiamo sbloccato molte situazioni critiche, ma questo sarà un anno ancora più importante. Tanto resta da fare per i siti nazionali, su cui ha competenza il mio ministero, che deve interfacciarsi con gli attori locali. Poi ci sono i SIR, i siti da bonificare di competenza delle regioni, che affiancheremo affinché riescano finalmente a procedere“.

Avere al Ministero dell’Ambiente una task force dedicata esclusivamente alle bonifiche – conclude Costa – ci aiuterà a portare a casa i risultati che il Paese e i cittadini attendono ormai da troppo tempo“.

Fonte | Ministero dell’Ambiente

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa