Seguici su

MOBILITA' SOSTENIBILE

Veicoli elettrici: Poste Italiane prova i Qooder a Vallelunga

La pista romana scelta per la formazione di guida e per l’approfondimento dei prodotti del marchio svizzero, in vista dell’aggiornamento del parco veicoli di Poste Italiane.

Poste Italiane è scesa in pista all’autodromo di Vallelunga, per un grande test drive degli scooter elettrici Qooder da parte dei suoi portalettere e autisti. La giornata formativa è servita per affinare le doti di guida del suo personale e per valutare le performance dei veicoli della casa svizzera.

L’obiettivo? Approfondire l’ipotesi di un possibile acquisto di una flotta da mettere al servizio del proprio personale, per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità ambientale che Poste Italiane si è posta per il breve periodo: il taglio del 40% le emissioni dei suoi mezzi entro il 2022.

Ricordiamo che il parco veicoli della società è attualmente composto da 32.500 unità di trasporto, fra automezzi, motomezzi, furgoni e mezzi di servizio. Si tratta della flotta più grande d’Italia e di una fra le più grandi d’Europa.

Ora Poste Italiana, nell’ottica del rinnovo di questo bacino a motore, punta con decisione sulla mobilità sostenibile. Qooder è una delle opzioni sul campo. L’azienda svizzera offrirà, a breve, la più vasta gamma di scooter elettrici al mondo, con tre modelli inediti alimentati a batteria che si inquadrano nella più ampia strategia “Advanced Mobility Solutions”. Si tratta del quattro ruote eQooder, del tre ruote QVe e dell’Oxygen, una novità assoluta nell’intero panorama del settore.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/191078/mobilita-sostenibile-leqooder-al-salone-di-ginevra-2020″][/related]

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa