Seguici su

Inquinamento

Inquinamento: Volvo riduce le emissioni anche per la logistica

La rete logistica di Volvo Cars riduce l’apporto all’effetto serra puntando sulle spedizioni su rotaia, al posto del trasporto su gomma

Volvo Cars punta a diventare un’azienda a impatto zero sul clima entro il 2040. La casa automobilistica svedese, lungo questo cammino, vuole ridurre del 40% l’impronta di carbonio per ciascuna vettura prodotta fra il 2018 e il 2025.

Quest’ultimo è un obiettivo ambizioso che, per essere raggiunto, impone anche la riduzione, nello stesso arco temporale, del 25% delle emissioni connesse alle attività operative, logistica inclusa.

Ecco allora la decisione di sostituire progressivamente i trasporti su rotaia a quelli su gomma per movimentare le merci fra i suoi stabilimenti di produzione e per trasferire le auto nuove verso i depositi di distribuzione e le concessionarie nei singoli mercati.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/190115/volvo-cars-ambizioso-programma-per-la-tutela-del-clima”][/related]

Volvo, percorrendo una simile strada, vuole dare prova di responsabilità etica e di sensibilità ambientale, puntando a ridurre in modo significativo le emissioni di CO2 delle sue attività logistiche, soprattutto in Europa, dove i camion continuano ad essere un mezzo ampiamente utilizzato per tali operazioni.

I primi risultati sono incoraggianti: la scelta del trasporto ferroviario ha consentito, ad esempio, di ridurre di circa il 75% le emissioni di CO2 sulla tratta che va dallo stabilimento di produzione di Ghent, in Belgio, a un deposito appositamente realizzato nel Nord Italia. Ora la stessa formula si avvia ad essere potenziata anche in altri ambiti continentali, europei ed extra-europei.

Ecco le parole di Javier Varela (Senior Vice President Produzione e Logistica di Volvo Cars): “Quando abbiamo dichiarato di voler ridurre in modo significativo le emissioni di tutte le nostre attività operative, dicevamo sul serio. La nostra rete logistica è soltanto una parte di un sistema articolato, ma è comunque importante. Questo è un esempio del nostro impegno per la riduzione dell’impatto delle nostre attività sull’ambiente attraverso azioni significative e concrete“.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa