Ashera, il gatto gigante più costoso: le caratteristiche della razza

Il gatto ashera è un ibrido felino domestico, un gatto geneticamente modificato per chi soffre di allergia al pelo di gatto, ma è anche il gatto più costoso del mondo.

Un gatto Ashera costa circa 17.000 Euro a seconda degli optional. Il felino può essere ordinato, ad esempio, col pelo anallergico (come Allerca). Li "fabbricano" in California e ve lo consegnano per posta aerea, per questo ne aveva parlato Deluxblog qualche tempo fa.

Lo hanno creato in laboratorio quelli della Lifestyle Pet e lo pubblicizzano come "il felino più raro del mondo".
Ashera: il gatto gm più caro del mondoLo dicono, ovviamente, perché "raro" si associa ad altri aggettivi, nella mente dei potenziali clienti: costoso, esclusivo, da avere assolutamente prima che finisca.

Non è una specie in via di estinzione, ma un animale geneticamente modificato.

Per renderlo ancora più attraente ai potenziali clienti, dicono che lo si porta facilmente a spasso con il guinzaglio. Se dovete esibire il gatto giaguaro, dovete poterlo fare tranquillamente in pubblico.

Ora chiedetevi che razza di vita attende questa povera bestia.

È troppo grande per andarsene in giro da solo a socializzare con gli altri gatti. Se non ne acquistate almeno un piccolo gruppo, la sua sarà una esistenza solitaria. Con buona probabilità chi spende 15.000 euro per il gatto più raro del mondo magari ha anche una villa con giardino e cancellata elettrificata, ma sarà impegnato tutto il giorno a guadagnare i soldi per mantenerla? Ci sarà bisogno di un cat sitter adeguatamente formato per intrattenere il prezioso felino? Vi ricordo che la bestiola arriva a pesare sui 15 Kg e di lunghezza fa un metro e passa.

Il fatto che sia raro necessita di manutenzione del carattere "rarità", ovvero non li si può riprodurre in proprio (la razza è sterile) e questo si ottiene facilmente spiegando ai clienti che il gatto e' stato ottenuto ibridando un Prionailurus bengalensis con un (Leptailurus serval). Pregasi notare che si tratta di due generi differenti. L'incrocio ottenuto è stato poi ibridato con un gatto domestico (appartenente ad un terzo genere) e voilà.

In Italia forse non ne vedremo molti, leggo sul Corsera che

"trattandosi di un incrocio tra felidi pericolosi per il decreto del 19 aprile 1996 del ministero dell'Ambiente ne è di fatto vietata la detenzione per i privati. In pratica per detenerlo legalmente bisognerebbe avere una speciale autorizzazione prefettizia, che viene data in genere soltanto ai circhi o ai giardini zoologici."

Se abitate in un Paese con leggi meno restrittive di quelle italiane, sappiate che per Ashera raccomandano cucce climatizzate. Dovete mettergli i "ditalini" agli artigli, per evitare che si faccia le unghie sui vostri mobili. Dovete trovare una lettiera formato gigante.

Gatto Ashera: carattere e alimentazione

Il carattere dei gatti Ashera è simile a quello di un gatto domestico e ha bisogno delle stesse attenzioni e dello stesso affetto, così come di giocare. Il suo carattere è tendenzialmente docile e preferisce una sedentaria vita casalinga.

Una grande differenza è rappresentata dall'alimentazione che, vista la stazza, deve essere maggiore rispetto a quella di un gatto normale anche se la "dieta" e le preferenze sul cibo sono identiche a quelle di altri gatti.

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: