Seguici su

Clima

Dopo l’alluvione a Catania per il nubifragio oggi scuole chiuse: inizia lo scaricabarile sul mancato allerta meteo

Bomba d’acqua a Catania cadono in pochi minuti 80 mm di pioggia.

Oggi accanto alla prima stima dei danni avuti con il nubifragio lampo di ieri scattano anche le polemiche sul mancato allerta dell’amministrazione catanese ai cittadini circa i rischi e i pericoli dovuti al maltempo di ieri. La Protezione civile ha reso noto, invece, di aver inviato regolarmente il bollettino meteo.

Ricordiamo che in meno di due ore le principali strade cittadine e sopratutto la centralissima via Etnea dal tondo Gioeni fino a Piazza Duomo si sono trasformate in fiumi in piena la cui portata d’acqua ha travolto auto in sosta, sedie e tavolini dei bar e allagato i negozi. Solo la fortuna ha voluto che non vi fossero vittime. Come ha puntualizzato l’ufficio stampa del Comune di Catania come riporta LiveSicilia:

Quanto accaduto non era affatto prevedibile. L’acqua è arrivata dai paesi etnei, Mascalucia, Pedara, Gravina, ed è confluita violentemente in via Etnea e, da qui, in piazza Duomo.

Sempre Livesilicia riporta la replica del Centro funzionale centrale del dipartimento della Protezione civile, che sostituisce dal 2004 quelloinadempiente della Regione Siciliana:

Il bollettino di criticità, come avviene ogni giorno, anche ieri è stato inviato alla Protezione civile della Regione Siciliana cui spetta la comunicazione al territorio coinvolto. Prima di rifugiarsi nel ricorrente scaricabarile – conclude la nota del Dipartimento Protezione civile nazionale – sarebbe utile che chi è autorità di protezione civile conoscesse il sistema e mettesse a regime quello che il sistema stesso prevede.

A pesare comunque sull’intero bilancio della giornata di ieri responsabilità antiche e recenti in merito alla gestione di assetto e riassetto del tessuto idrogeologico e messa in sicurezza del territorio.

Il sindaco Raffaele Stancanelli in un comunicato stampa precisa nessun organo competente aveva diramato per Catania allerta meteo:

Alla protezione civile comunale non era giunto dagli organi competenti della protezione civile nazionale e regionale alcun bollettino di allerta meteo.

Nubifragio a Catania le foto

[blogo-gallery id=”155050″ photo=”1-3″ layout=”slider”]
Questa è Piazza Duomo in una foto che viene retwettata. Le auto sono ammassate verso la zona che poi sfocia al mare.

Ore 20:23
Da un tweet non confermato sembra che il disperso sia stato ritrovato e che sia in ospedale.

La foto di Bronto_Nella su Twitter. La pioggia si è riversata sulla città ai piedi dell’Etna in meno di due ore e la forza dell’acqua convgliata dalle strade in discesa ha spazzato via auto e allagato negozi.

Una bomba d’acqua si è riversata su Catania nel primo pomeriggio. Non era stato diramato nessun allerta meteo e il nubifragio è arrivato improvviso. L’acqua ha invaso via Etnea fino a Piazza Dusmet e Piazza Duomo. Allagati il palazzo del Municipio e Palazzo Chierici. Il Giornale di Sicilia annuncia che vi è un disperso.

Alle 19:28 l’annuncio che lo scalo di Catania Fontanarossa dopo essere stato chiuso per motivi si sicurezza è tornato operativo sebbene abbiano subito ritardo almeno 4 voli. Via Etnea a causa dell’acqua abbondante che si è riversata in pochissimo tempo si è trasformata nel letto di un fiume che ha convogliato il flusso dall’alto del Tondo Gioeni.

Catania Live Sicilia riferisce che il sindaco Raffaele Stancanelli ha disposto per domani la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado:

Una misura preventiva doverosa affinchè si possano verificare ed eventualmente rimuovere situazioni di pericolo per i ragazzi che sono la nostra priorità assoluta. Peraltro molti di questi plessi da sabato dovranno ospitare i seggi elettorali, un motivo in più per effettuare controlli accurati visto che poi dovranno ospitare in tutta sicurezza anche il flusso di migliaia di elettori.

Foto | Gallery Via Etnea Catania su Fb

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa