Clini ai neoeletti Movimento 5 Stelle: "Incontriamoci e vi dico cosa ho fatto per l'ambiente"

Corrado Clini ministro per l'Ambiente vuole incontrare i neo eletti del Movimento 5 Stelle per completare l'Agenda verde da lui proposta prima delle elezioni, ovvero quel programma che avrebbe dovuto mettere in pratica Mario Monti se fosse stato eletto. Tra i punti la famosa Autorizzazione unica ambientale, approvata con il governo agli scoccioli prrima delle elezioni e che che di fatto liberalizza le possibilità di inquinare impunemente per 15 anni.

L'annuncio dalle pagine del sito del ministero per l'Ambiente e nel comunicato che riporta alla fine la lettera inviata proprio ai neo eletti del Movimento 5 Stelle:

Il Movimento ha da sempre manifestato una grande attenzione per la protezione dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile e la sensibilità dei nuovi parlamentari può essere il valore aggiunto che serve al Parlamento per completare l'agenda verde per la crescita sostenibile dell'Italia avviata con le misure adottate nell'ultimo anno.



Sostanzialmente colui che a breve sarà ex ministro all'Ambiente, a meno che non sia poi riconfermato nuovamente, chiede ai neo parlamentari e neo senatori di riprendere quelle parti incompiute dell'Agenda verde, come la fiscalità ambientale, bonifiche dei siti industriali gestione integrata delle risorse idriche fino a misure per completare la trasformazione della struttura energetica nazionale verso un sistema distribuito basato sulla combinazione di fonti rinnovabili ed efficienza che sia un prosieguo di quella politica ambientale da lui progettata.

Forse i grillini non terranno in considerazione queste proposte lontane anni luce dai loro programmi, mancando sopratutto fotovoltaico e risparmio energetico. E comunque, i grillini vorranno incontrare l'artefice del Decreto Salva-Ilva? In fondo è di questo che parliamo. Clini comunque conclude così il suo invito:

Come Ministro uscente sarei lieto di offrire ai gruppi parlamentari del Movimento una informazione completa sul lavoro già fatto e su quello che resta, senza alcuna pretesa di convincervi sulle decisioni che abbiamo preso e sulle prospettive che abbiamo dato al nostro lavoro.
Resto in attesa di sapere se vorrete incontrarmi.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail