A La Spezia salvati i pini di Piazza Verdi con l'aiuto di Vittorio Sgarbi

Nel nostro piccolo anche noi abbiamo il nostro Gezi Park, è Piazza Verdi a La Spezia dove l'amministrazione ha sospeso l'abbattimento di 10 pini per fare spazio a un installazione artistica

Una manifestazione iniziata stamattina a La Spezia con l'obiettivo di impedire che 10 pini fossero abbattuti per fare spazio a una installazione artistica, ossia 18 portali in cemento armato di Buren (in alto la foto del rendering).

A La Zanzara Vittorio Sgarbi spiega che pur non essendo passato oggi in città ha provveduto a telefonare al Ministro Bray affinché si sospendessero gli interventi.

Di fondo sembra che ci sia una incongruenza tra la Sopraintendenza e quanto il Ministero per i Beni culturali avrebbe disposto, ossia rigettare il progetto.

Scrivono i comitati cittadini in merito al progetto:

La decisione di non rispettare l’ordine spaziale esistente, creandone uno nuovo “ludico” (ove 14 discutibili portali verdi e rossi – all’interno dei quali ci saranno dei nebulizzatori d’acqua – e vasche allagate intransitabili se non con sistemi di guado), trasformerà questo simbolico luogo spezzino in un pessimo esempio di kitsch, degno dei peggiori outlet che infestano l’Italia … e menomale che i progettisti avevano voluto ribadire di non voler scadere nella falsificazione storica e nella “nostalgia”! Ma cos’è più falso?













Via | Speziapolis
Foto | Stop alla nuova piazza Verdi

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: