Seguici su

Risparmio energetico

Bolletta della luce troppo alta? Evita la carica fanstama!

carica fantasma

In questi ultimi mesi si parla sempre più spesso della carica fantasma e del dispendio di luce a cui porta. Scopriamo di cosa si tratta e come evitarle per risparmiare sulla luce.

Con il rincaro delle bollette, la luce è diventata più che mai un bene prezioso e da preservare ed usare con cautela. Ogni piccola distrazione può infatti portare ad un consumo energetico tale da far aumentare il costo in bolletta. E tutto per un risultato che a fine mese può essere decisamente spiacevole.

Se anche tu stai cercando un buon modo per risparmiare in bolletta, ti sarà certamente utile sapere che esiste la così detta “carica fantasma”. Un problema invisibile ma presente in tutte le case e che alla lunga può davvero far aumentare di molto il costo della luce.

Cos’è la carica fantasma e come evitarla

Iniziamo con il capire cos’è la carica fantasma, ovvero l’energia utilizzata dagli apparecchi elettronici quando questi non sono in uso. Ebbene si, un televisore attaccato alla corrente, così come il pc e qualsiasi altro elettrodomestico, consumano giornalmente diversa energia elettrica.

carica fantasma
carica fantasma

Lo stare in stand by, così come il dover tenere in memoria programmi e funzioni varie è infatti un lavoro certamente meno dispendioso rispetto a quando i vari dispositivi sono accesi ma comunque in grado di far consumare parecchia energia.
Basti pensare che evitando la carica fantasma anche solo nelle ore notturne, si può arrivare a risparmiare ben il 15-20% di euro in bolletta ogni mese. Un risparmio che di questi tempi vale davvero tantissimo.

Come fare, quindi? Ciò che conta è iniziare con il riconoscere quali sono quegli apparecchi che proprio non si possono mai staccare dalla corrente. Un esempio sono il frigorifero e il congelatore, così come eventuali dispositivi salvavita, telecamere, antifurti e orologi che se staccati potrebbero perdere memoria di ora e sveglia.

Detto ciò, ogni altro elettrodomestico può essere staccato quando non in uso. Per fare un esempio dei più comuni, è possibile staccare la presa della tv, della lavatrice, della lavaasciuga, delle console di gioco, della friggitrice ad aria e del microonde e persino la presa stessa con cui si carica lo smartphone e che una volta attaccata alla presa consuma comunque un minimo di carica fantasma.

Per facilitare il tutto è possibile attaccare i dispositivi vicini ad un’unica ciabatta da staccare la sera prima di andare a dormire. Evitando di tenerli in funzione anche solo di notte, si potrà infatti risparmiare più di quanto si pensa, proprio come si risparmia imparando ad usare l’acqua nel modo corretto. E tutto con un ritorno economico in bolletta che gioverà davvero parecchio alle finanze di casa.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa