Giornata mondiale contro il carbone, l'Italia c'era con La Spezia

Il 29 giugno è stata la giornata mondiale contro il carbone e l'Italia vi ha partecipato con la città di La Spezia che ha raccolto tutte le istanze nazionali per fermare questo combustibile altamente inquinante

L'Italia ha partecipato alla End the age of coal Giornata mondiale contro il carbone che si è tenuta il 29 giugno in tutto il Pianeta. La Spezia è stata la città dove la manifestazione in Italia (le altre erano a Roma, Civitavecchia, Catania e Palermo) ha visto una ampia partecipazione di cittadini. Merito evidentemente delle associazioni presenti sul territorio e impegnate a fare informazione per far si che il referendum cittadino che ha votato per la chiusura della centrale a carbone E.Montale sia rispettato.

Il punto è, come sottolinea SpeziaPolis, è l'assenza delle istituzioni e del Comune sopratutto che incassa l'IMU, ossia 10 milioni di euro dall'Enel per ICI arretrata e scontata che sono finiti direttamente nelle casse della città di La Spezia.

Comunque la manifestazione è stata un successo e ha visto la partecipazione affollata di cittadini e di numerose associazioni tra cui :

A.F.E.A. Associazione Famiglie Esposti Amianto, Changing La Spezia Antispecista - gruppo animalista, G.A.S. - gruppi di acquisto solidale di La Spezia, ISDE Medici per l’Ambiente La Spezia, Italia Nostra La Spezia, Legambiente - Circoli di La Spezia e Lerici, Angelo Majoli - Presidente Associazione Mitilicoltori Spezzini, Murati Vivi, Per la nostra Città, PBK - fotociclisti spezzini, SOS Geotermia Amiata, Uniti per la salute - Savona, Dario Vergassola, WWF La Spezia e Greenpeace.

Foto | Spezia via dal Carbone

  • shares
  • Mail