Un lago al polo nord

Per la prima volta si è formato nella calotta un buco di 150 km², un po' più grande del lago di Como, a 87° N.


A 87° di latitudine, a circa 330 km dal polo nord si è formato un "lago" per la prima volta nella storia delle osservazioni , cioè una zona libera da ghiacci, circondato da zone a bassa concentrazione, dove la superficie ricoperta non supera il 50%.

L'immagine satellitare in alto mostra la collocazione del buco nella calotta, che ha una superficie di circa 150 km², un po' più grande del lago di Como.

Durante l'estate è abbastanza comune che si formino pozze di acqua al di sopra del ghiaccio, come documenta il video in fondo al post, ma è invece la prima volta che si libera dai ghiacci una zona così a nord e così grande da essere visibile dallo spazio.

La calotta artica quest'anno dovrebbe raggiungere nei prossimi giorni un minimo intorno ai 5 milioni di km², circa due milioni sotto ai livelli degli anni '80. Non si arriverà alla fusione record dello scorso anno (3,5 milioni di km²) perchè le condizioni meteo sono meno favorevoli alla fusione, ma come abbiamo scritto su Ecoblog alla fine di agosto, la banchisa è più sottile e frammentata, con molte zone in cui l'acqua rappresenta oltre il 30% della superficie.
Il video qui sotto è stato acquisito da una webcam posta in prossimità del polo nord. I media hanno parlato impropriamente di "lago" verso la fine di luglio, ma si è trattato solo di acqua sopra al ghiaccio, mentre ora si sta parlando proprio di una zona senza ghiaccio

  • shares
  • Mail