Terremoto in Giappone, ritirato l'allarme Tsunami. Nessun danno alla centrale di Fukushima

Scossa di terremoto di magnitudo 7,1 a 320 km a Est dell'isola di Honshu.

Ore 21:29 - Circa due ore dopo il terremoto, la Japan Meteorological Agency ha ritirato l'allarme tsunami, anche se non ha escluso qualche leggero cambiamento del livello del mare nelle regioni costiere, per questo ha raccomandato alla popolazione di fare attenzione durante la pesca, il nuoto o altre attività in mare.

Ore 20:50 - Secondo Reuters, un portavoce della Tepco conferma che non ci sono stati danni né picchi di radiazioni dopo il terremoto e il piccolo tsunami. Tuttavia il gestore dell'impianto di Fukushima ha detto ai lavoratori che lavorano vicino alla costa di salire ai livelli superiori per evitare l'onda.

Aggiornamento ore 20:30 - Tepco ha comunicato che non ci sono stati danni alla centrale nucleare di Fukushima, come riportato da The Japan Times. Inoltre, secondo NHKRadio, i pompieri hanno detto che non ci sono state né vittime né crolli per il momento.

Terremoto in Giappone nella notte tra il 25 e il 26 ottobre 2013


La Japan Meteorological Agency, centro giapponese meteorologico, ha lanciato l'allarme giallo tsunami, il più basso, che viene emesso quando non ci si attende un'onda anomale superiore al metro di altezza, per intenderci molto più bassa di quella che l'11 marzo 2011 investì con effetti devastanti la centrale nucleare di Fukushima.​

L'allarme è stato lanciato in seguito a una scossa di terremoto che è stata rilevata a 320 km a Est dell'isola di Honshu, a largo della provincia orientale giapponese di Fukushima. Il sisma, di magnitudo 7,1, ha un ipocentro di 10 km.


Fonte e immagine Japan Meteorologica Agency

  • shares
  • Mail