Amianto a Finale Emilia: M5S chiede le dimissioni del sindaco

Le analisi dell’Arpa confermano la denuncia fatta in giugno dal Movimento 5 Stelle che ora chiede le dimissioni del sindaco Fernando Ferioli

C’è l’amianto nel suolo dell’area prospiciente al cimitero di Finale Emilia. E, della presenza dell’amianto, le autorità del comune colpito dal terremoto nella primavera 2012 sono state allertate da tempo. Dopo un esposto presentato a giugno dal Movimento 5 Stelle alla Procura della Repubblica, l’Arpa ha effettuato alcuni accertamenti rilevando l’effettiva presenza di amianto nello stabilizzato di fondo.

In seguito alla conferma giunta dall’Arpa, il Movimento 5 Stelle ha chiesto le dimissioni del sindaco Fernando Ferioli.

Era inderogabile dovere del sindaco provvedere alla bonifica dell’area fin dai primi giorni di giugno, come gli era stato prescritto da Arpa, cosa che non ha fatto. Non solo non è prontamente intervenuto, ma dopo l’esposto del nostro cittadino deputato Vittorio Ferraresi, ha negato il problema, ha rivolto pesanti accuse di ingiustificato allarmismo arrivando addirittura a minacciare di querelare, uscendo sui giornali. Ci teniamo a precisare che si è agito solo dopo diverse sollecitazioni preoccupate dei cittadini e delle forze d'opposizione, sapendo che del caso l’Amministrazione ne era pienamente a conoscenza, con la collaborazione comune per il bene del paese, che si è arrivati all'esposto,

hanno denunciato i rappresentanti del Movimento 5 Stelle di Finale Emilia.

E visto che né a giugno, né dopo i risultati giunti negli ultimi giorni l’amministrazione comunale ha provveduto a recintare l’area e ad avvisare la gente del pericolo, allora sono stati proprio i militari del M5S a recintare l’area con del nastro e a segnalare l’amianto della zona.

Via | Modena Online

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail