Perché l'Antartide si sta riscaldando, nonostante la nave da crociera bloccata dai ghiacci

Le temperature continentali aumentano da trent'anni con enormi perdite dai ghiacciai sulla terraferma. Il ghiaccio marino invece tende a crescere per effetto dei venti e non di un ipotetico raffreddamento.


La vicenda della nave rompighiaccio russa Akademik Shokalskiy  bloccata tra i ghiacci durante l'estate australe, ha ridato voce a qualche scettico  del clima. Ecco perchè l'Antartide si sta scaldando nonostante il ghiaccio marino intorno al continente non sia diminuito negli ultimi trent'anni.

Polo nord e polo sud sono realtà geografiche molto diverse: il primo è un mare circondato dalla terra, il secondo è un continente circondato dal mare. Il riscaldamento di Canada, Siberia e Groenlandia contribuisce alla fusione della calotta artica, cosa che non avviene a sud, dove l'immensa massa di ghiaccio, spessa fino a 4 km, possiede al contrario un'inerzia termica incredibile.

Il ghiaccio continentale Antartico va diminuendo al ritmo di almeno 250 miliardi di tonnellate all'anno, mentre il ghiaccio marino è in leggero aumento probabilmente a causa dei venti che a bassa quota spingono il ghiaccio verso nord. I venti in alta quota invece portano neve sull'antartico, "rubando" la pioggia all'australia.

Il riscaldamento del continente riguarda soprattuto la sua parte occidentale, a sinistra nella mappa in alto, in particolare della penisola antartica, mentre la nave russa è rimasta incagliata nella zona orientale, più massiccia e più fredda. Il vascello non è stato congelato all'istante da ghiaccio cresciutogli intorno (è estate), ma si è bloccata in una parte di banchisa staccatasi dal ghiacciao di Mertz.

Il riscaldamento globale è un fatto complesso, perchè il clima è una realtà complessa; il mondo non si sta scaldando in modo uniforme, ma l'energia extra trattenuta nel pianeta dalla CO2 sta dando luogo sempre più a fenomeni meteorologici estremi.

Per questo, se volete festeggiare il capodanno in tranquillità, è meglio scegliere latitudini meno estreme...

  • shares
  • Mail