Seguici su

Agricoltura

Land Grabbing in Cambogia: dal 2000 a oggi 2 milioni di ettari strappati ai contadini

In quattordici anni, 770mila persone si sono dovute battere contro gli espropri di terreni perpetrati dalle grandi società del settore agro-alimentare

Sono 770mila le persone che in Cambogia, a partire dal 2000, si sono viste sottrarre terre, boschi e campi o a cui sono state distrutte le abitazioni rurali. Il dilagante fenomeno del Land Grabbing negli ultimi 14 anni ha interessato il 6% della popolazione cambogiana. A far emergere alla luce questi dati è l’Associazione cambogiana per lo sviluppo e i diritti umani (Adhoc) di Phnom Penh che sottolinea come questa forma di neo-colonialismo abbia consegnato alle società agro-alimentari con scopi commerciali di larga scala ben 2 milioni di ettari di terreno prima appartenenti alle comunità.

Le controversie legali sono aumentate del 50% nel 2012 e nel 2013 e tutto lascia pensare che nel 2014 si stabiliranno nuovi tristi primati. I contenziosi affrontati fino ad ora si sono risolti quasi sempre a favore dei potentati e delle grandi aziende.

La Adhoc che difende i coltivatori locali nelle loro cause legali riconosce come la strada sia tutta in salita, ma il monitoraggio costante del Land Grabbing e le manifestazioni delle persone dislocate sulle proprie terre hanno indotto, nel 2012, il primo ministro Hun Sen a congelare nuove concessioni di terreni e a disporre un riesame giuridico delle precedenti offerte. In ballo, però. C’erano le elezioni e, infatti, le poche restituzioni sono avvenute solamente un mese prima del voto. Anche dopo le elezioni non si è mai andate oltre alle tre-quattro dispute di confine che sono però aumentate nei primi mesi del 2014. Il portavoce del ministero per la gestione del territorio, Beng Hong Socheat Khemro, non ha commentato il rapporto Adhoc rimandando a eventuali glosse del direttore generale del ministero.

Via | Terra Madre

Foto © Getty Images

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa