Seguici su

Animali

Cile, venti balene spiaggiate: virus o marea rossa?

Sernapesca indaga sulle cause che hanno portato alla moria di massa

Sono oltre venti le balene lunghe circa 10 metri che sono state trovate morte a nord del Golfo di Penas, in Cile dal Servicio Nacional de Pesca. L’ufficio di Puerto Aysén ha avviato un’indagine per capire quali siano le cause dello spiaggiamento di massa.

I cetacei sono stati trovati da alcuni scienziati stranieri che stanno compiendo delle ricerche nella zona e hanno comunicato il ritrovamento alla Sernapesca. Il servizio nazionale ipotizza che le balene morte siano più delle venti finora ritrovate.

José Miguel Barros ha spiegato che verranno raccolte informazioni per capire che cosa abbia provocato questa moria di massa. Sernapesca collaborerà con la Brigata dei delitti contro l’ambiente. Nessuna di esse era ferita quindi sono state fatte due ipotesi: la marea rossa (ovverosia lo sviluppo di determinate microalghe fitoplanctoniche che causano la morte di organismi marini) oppure un virus.

La zona in cui sono state trovate le balene è un fiordo molto chiuso e verde, nel quale non esiste che una base militare nelle vicinanze. Un luogo molto isolato, situato a 1300 km a sud di Santiago, poco al di sopra della Terra del Fuoco.

Le balene spiaggiate non sono un evento eccezionale, ma secondo i residenti ciò che è davvero misterioso è il numero così altro di esemplari spiaggiati. Le balenottere boreali (balaenoptera borealis) trovate morte sulla costa cilena possono crescere fino a 16 metri di lunghezza e arrivare a un peso di 30 tonnellate.

Via | Clarin

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa