Seguici su

Cronaca ambientale

Il piano contro il dissesto idrogeologico

1,2 miliardi di euro per la messa in sicurezza delle città contro il dissesto idrogeologico.

Il dissesto idrogeologico è un tema che, negli ultimi anni, ha inevitabilmente preso sempre più piede, viste anche le tante calamità che si sono abbattute sull’Italia e le inondazioni delle città, in primis Genova. Oggi viene presentato il piano per il dissesto del territorio, un piano – come ha specificato il ministro dell’Ambiente Galletti – “vero, con risorse vere, che riguarda opere in città che sono state colpite da calamità naturali”.

Per la precisione, 1,2 miliardi di euro che serviranno per la messa in sicurezza di Milano, Padova, Venezia, Genova, Firenze, Bologna, Cesenatico, Pescara e Olbia. Di questa cifra, la metà è già finanziata e servirà per avviare i cantieri contro le alluvioni nelle principali città italiane.

Circa un quarto delle risorse (323 milioni) saranno destinate a Genova, segue Milano (122 milioni) e Padova (90 milioni). Presente anche il ministro delle Infrastrutture Delrio: “Abbiamo reso fragile il nostro territorio e questo piano vuole darsi un orizzonte per non piangere più vittime. Con questo piano affrontiamo le emergenze, ma vogliamo anche recuperare il lavoro e il tempo perso nel passato”.

E quindi: basta con gli investimenti a pioggia, che invece saranno basati sul rischio oggettivo, sul numero di persone coinvolte e sulla velocità dell’avvio dei cantieri. Al di là dei grandi interventi, bisogna agire anche per contrastare le frane che sempre di più colpiscono il paese (si parla di un migliaio ogni anno) e che, come si è visto in Cadore, possono anche causare vittime. Nell’Inventario sono censiti, ad oggi, 499.511 frane che interessano un’area di 21.182 kmq, pari al 7% del territorio nazionale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa