Seguici su

Clima

Libano, tempesta di sabbia senza precedenti: 2 morti e 750 feriti | Video

La regione dell’Akkar, la Valle della Bekkaa e la capitale Beirut investite da una tempesta di sabbia senza precedenti che ha ucciso due donne

Libano, Siria e Israele sono state colpite da una violentissima tempesta di sabbia che ha causato due morti e costretto al ricovero ben 750 persone. Questa mattina la capitale del Libano, Beirut, si è ritrovata avvolta da una densa foschia dovuta alla polvere sospesa che ha reso problematica la respirazione dei suoi abitanti. In precedenza il fenomeno aveva investito la regione settentrionale dell’Akkar e quella orientale della Valle della Bekaa: proprio in queste due aree sono stati registrati il maggior numero di malori.

Il ministero della Sanità libanese ha spiegato che due donne sono morte nella zona orientale della Valle della Bekaa a causa della tempesta, mentre il numero dei casi di soffocamento e di mancanza di respiro causati dalla tempesta sono di circa 750 persone. Lo stesso Ministero ha diffuso un’allerta raccomandando agli abitanti di Beirut, in modo particolare a bambini, anziani, donne in gravidanza, asmatici e cardiopatici, di non uscire di casa.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/159483/thailandia-una-palla-di-fuoco-nel-cielo-di-bangkok-e-una-meteora-video”][/related]

In Siria la tempesta di sabbia ha investito Damasco e le città più importanti del Paese. Secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani, proprio approfittando delle’eccezionalità di questo fenomeno atmosferico, lo Stato Islamico ha lanciato un’offensiva contro le forze lealiste nella regione a Ovest di Palmira ovvero nella provincia di Homs, venendo però respinto.

Via | Al Jazeera

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa