Seguici su

Agricoltura

Vendemmia 2015: l’annata è ottima e l’Italia torna leader mondiale

Con una previsione di 47 milioni di ettolitri di vino, L’Italia dovrebbe superare i francesi riguadagnando la leadership mondiale del settore

Dopo il raccolto “povero” del 2014, quest’anno l’Italia tornerà leader mondiale della produzione vitivinicola superando la Francia. Domenico Zonin, durante una conferenza stampa tenutasi la scorsa settimana in Franciacorta, ha illustrato quelle che sono le stime sulla produzione 2015.

I vigneti italiani forniranno 47 milioni di ettolitri di vino, contro i 46,5 milioni di ettolitri della Francia (-1% rispetto al 2014) e i 43 milioni di ettolitri della Spagna (-3%). Nelle parole di Zonin

[quote layout=”big”]“l’annata meteorologica ci consegna un’uva sana e abbondante, almeno rispetto alla media degli ultimi anni, e di qualità tra il buono e l’eccellente. Pur con tutte le cautele del caso perché siamo al 30% circa della raccolta e al termine della vendemmia manca ancora un mese”.
[/quote]

Le condizioni climatiche favorevoli (inverno piovoso, primavera mite e estate calda) hanno favorito un raccolto abbondante, a differenza dell’estate 2014 particolarmente piovosa. Non solo un aumento quantitativo, ma anche qualitativo con un ritorno a gradazioni nella norma. Zonin ha spiegato come la strategia produttiva del Paese si orienti con decisione verso “la territorialità e le produzioni ed elevato valore aggiunto”.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/136514/vendemmia-2014-forse-la-piu-scarsa-dal-1950″][/related]

Secondo le previsioni, il 2016 dovrebbe portare a un incremento dell’export, ma, contestualmente, a una crescita del mercato interno. Il made in Italy (salvo problemi nelle ultime settimane di vendemmia e (secondo i dati Ismea e Uiv) potrebbe essere così tripartita: 40% ai 332 vini Doc e Docg, 30% ai 118 vini Igt e 30% ai vini da tavola.

Fra le regioni con il maggiore incremento spicca la Puglia con un +25%, mentre la Toscana con un –5% sembra essere l’unica in controtendenza. Il Veneto, con 9,1 milioni di ettolitri, sarà la regione più produttiva d’Italia contribuendo per quasi un quinto alla produzione nazionale.

Via | Corriere

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa