Regno Unito: inondazioni in Inghilterra, emergenza in Scozia e Galles


In Italia stiamo assistendo all’inverno più secco di sempre, mentre nel Regno Unito le piogge torrenziali degli ultimi giorni hanno provocato inondazioni per la terza volta nell’ultimo mese.

Il giorno di Natale il Comitato per le emergenze britannico ha deciso di inviare l’esercito per aiutare la popolazione a fronteggiare i danni causati dalle inondazioni e per evacuare coloro che si risiedono in abitazioni a rischio di allagamento.

Nelle ultime ore l’Agenzia per l’ambiente ha emanato 20 allerte gravi per il nord e il nord est, mettendo in guardia sul rischio che nelle prossime ore possano cadere addirittura 120 millimetri di pioggia.

Le zone più colpite d’Inghilterra sono il Lancashire e lo Yorkshire.

“Non sappiamo ancora quanto potrà peggiorare la situazione. Il livello dell’acqua si sta ancora alzando quindi stiamo soprattutto aspettando e facendo piani per prepararci al peggio” ha dichiarato il tenente colonnello Hamish Cormack.

Il primo ministro David Cameron ha promesso che visiterà lunedì le regioni maggiormente colpite. Anche in Galles e in Scozia l’allerta resta molto alta. Le famiglie si stanno organizzando, costruendo muri di contenimento oppure ospitando ai piani superiori i familiari che abitano ai piani terra allagati dalle esondazioni dei corsi d’acqua. Già all’inizio di dicembre, una prima serie di inondazioni aveva causato danni per centinaia di milioni di euro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail