Groenlandia, i ghiacciai si sciolgono a tempo di record

L’Organizzazione Mondiale della meteorologia (Omm) lancia l’allarme per lo scioglimento della calotta di ghiaccio della Groenlandia che ha raggiunto un nuovo record. I ghiacciai della grande isola nordica si sciolgono troppo e lo fanno troppo velocemente. A constatarlo sono gli esperti dell’Istituto meteorologico danese che una settimana fa, vale a dire lunedì 11 aprile, hanno rilevato che il ghiaccio si è fuso, per uno spessore di un millimetro sul 12% della calotta.

I record precedenti risalivano al 2010, al 2006 e al 1990, tre annio nei quali il medesimo spessore di ghiaccio si era liquefatto su una superficie del 10% dell’area.

Solitamente lo scioglimento dei ghiacci va da giugno a settembre, ma nei primi giorni di aprile in Groenlandia sono state registrate temperature fino a 17° C e quest’anomali climatica ha accelerato i tempi. Da alcuni il precoce e diffuso scioglimento dei ghiacci ha consentito di coltivare piante e ortaggi una volta impensabili a simili latitudini.

Dall’Istituto danese spiegano come questa situazione sia provocata da basse pressioni a est e a ovest che formano una cappa di calore sull’intero Paese.

Nello scorso mese di novembre Science aveva pubblicato un articolo nel quale veniva lanciato l’allarme per il collasso dello Zacharie Isstrom, un ghiacciaio che contiene una riserva d’acqua capace di far innalzare il livello del mare di mezzo metro qualora dovesse sciogliersi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail