Valencia mette al bando i tori con le corna in fiamme

Dalle corride alla festa di San Firmino di Pamplona, la Spagna continua a non essere un Paese per tori. Meno conosciuta di questi due eventi è la pratica del “bou embolat”, un’antica tradizione che prevede di lasciare liberi per le strade tori imbizzarriti a causa del fuoco che viene appiccato sulle loro corna.

Ora Valencia ha deciso di bandire questa macabra manifestazione e il sindaco Joan Ribò ha motivato la decisione sottolineando la crudeltà della tradizione che prevede l’applicazione di boli di cera in fiamme e mortaretti.

Il consiglio municipale non ha ancora bandito le corride, ma ha tagliato i finanziamenti sia alla ecorse dei tori che alle scuole dei toreri.

La maggioranza che sostiene Ribò include Podemos, mentre i conservatori del Partito Popular hanno definito la messa al bando come una violazione del patrimonio culturale della città.

Via | El Diario

Foto | Youtube

  • shares
  • Mail