Volvo userà il 25% di plastica riciclata entro il 2025

Il brand svedese si è posto un nuovo obiettivo di sostenibilità: utilizzare almeno un quarto di plastica riciclata nelle sue automobili.



Per abbattere l'impatto ambientale del trasporto personale non basta passare dalle auto a gasolio o benzina alle auto elettriche: nella costruzione di qualsiasi tipo di auto, infatti, la scelta dei materiali utilizzati è determinante per alzare, o diminuire, la compatibilità ambientale di un dato modello.

Volvo, per questo, ha inserito un nuovo obiettivo nel suo piano di sostenibilità: entro il 2025 sulle auto del costruttore svedese verrà utilizzato almeno il 25% di plastica riciclata. Questo per ridurre l'inquinamento, soprattutto dei mari, derivante dal ciclo industriale della plastica che ancora nel mondo è bel lontano dal 100% di riuso o riciclo.

Per ottenere questo risultato Volvo Cars sta anche facendo pressione sulla catena dei fornitori automotive, affinché collaborino più strettamente con i costruttori (anche gli altri, non solo Volvo) al fine di sviluppare nuovi componenti il più possibile sostenibili.

D'altronde, la stessa Volvo mostra che "si può fare": insieme all'annuncio, relativo al 2025, Volvo ha anche presentato uno speciale SUV ibrido plug-in XC60 T8. Apparentemente sembra un normalissimo XC60, ma al suo interno contiene molti componenti in plastica riciclata. Come la tappezzeria in nylon di riciclo o il pannello fonoassorbente del cofano realizzato in schiuma proveniente da vecchie bottiglie usate.


Altre modifiche rispetto al normale SUV ibrido di Volvo sono nella console sul tunnel centrale, fatta di fibre ricavate da vecchie reti da pesca e corde nautiche (tra gli oggetti che maggiormente mettono a rischio i mari). Il rivestimento del pavimento invece è fatto di fibre ottenute da bottiglie in PET e un misto di cotone riciclato prodotto dagli scarti.

"Volvo Cars è fortemente impegnata nella riduzione della sua ‘impronta ambientale’ a livello globale - dichiara Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars - L'attenzione per l’ambiente è uno dei valori basilari di Volvo e continueremo a trovare nuovi modi per riuscire a integrarlo nelle attività della nostra azienda. Questa vettura e l’obiettivo che ci siamo prefissati per quanto riguarda le plastiche riciclate sono ulteriori esempi di questo impegno".

Martina Buchhauser, Senior Vice President di Volvo spiega che, purtroppo, un obiettivo del 25% non è affatto facile da raggiungere a causa della scarsità di materia seconda riciclata: "Dobbiamo poter contare su una maggiore disponibilità di plastiche riciclate se vogliamo realizzare la nostra ambizione. È per questo che invitiamo più fornitori e nuovi partner a sostenere insieme a noi il progetto di investimento sulle plastiche riciclate e ad aiutarci a trasformare in realtà la nostra ambiziosa intenzione".

Ad aggravare ulteriormente la situazione c'è anche il fatto che non tutta la plastica, riciclata o nuova, può essere utilizzata nella produzione di una moderna automobile. A parte il lato estetico, comunque importante in una vettura di lusso, la plastica riciclata non sempre è conforme agli standard di sicurezza tipici del settore automobilistico.

Una plastica per automobili, infatti, deve deformarsi entro determinati parametri, deve resistere alle alte temperature per minimizzare i rischi di incendio in caso di incidente e avere molte altre caratteristiche che la rendono sicura. La strada da fare, quindi, è ancora molta.

  • shares
  • Mail