Tartaruga caretta caretta liberata dall'inquinamento da plastica

Hermaea, esemplare di tartaruga caretta caretta che ha rischiato di soffocare per l'inquinamento da plastica, è tornata in libertà.

La tartaruga caretta caretta battezzata Hermaea ha recuperato il suo ambiente naturale, il mare, dopo le attente cure ricevute per evitarne la morte per soffocamento, a causa delle grandi quantità di plastica accumulate nel suo corpo.

La preziosa assistenza ricevuta da Hermaea durante la degenza e le cure alle quali è stata sottoposta si sono rivelate fruttuose, risparmiandole un triste destino.

Adesso questa tartaruga ha riguadagnato il suo stato di forma e la libertà, tornando in acqua, senza il carico di rifiuti che l'aveva resa agonizzante, prima del ritrovamento nei pressi di Tavolara, in Sardegna.

Tutti sappiamo quanto il problema dell'inquinamento da plastica abbia raggiunto proporzioni drammatiche. Il fenomeno sta sfuggendo di mano e nuovi provvedimenti si impongono su scala globale, anche se un cambio di rotta si è registrato negli ultimi tempi, con provvedimenti legislativi più rigorosi in materia.

Il tempo di decomposizione delle plastiche è troppo lungo, raggiungendo cifre secolari. Questo lascia intuire la portata della questione, documentata dai corsi d'acqua e dalle porzioni di mare letteralmente "sommerse" dai rifiuti plastici. Per contrastare in modo radicale il fenomeno si impone anche un cambio delle nostre abitudini.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail