Musica ecosostenibile: a Roma un concerto plastic free

Ogni aspetto della nostra vita può diventare più ecosostenile: la musica non fa eccezione, pensando al lavoro per contenere l'inquinamento nei concerti.

La musica porta in dote le note della sensibilità e per questa sua natura abbraccia anche la causa ambientale, a volte nei testi dei brani, altre volte con iniziative più legate alla quotidianità del vivere. In quest'ottica si inserisce il KeepOn Live Fest, il meeting italiano sulla musica dal vivo, che diventa eco-friendly.

L'evento, in programma a Roma dal 12 al 13 settembre, festeggia il suo decennale con una prova di amore verso il pianeta, oggi sempre più in sofferenza. Per dimostrare che la musica plastic free esiste davvero, la kermesse musicale capitolina si vota all'eco-sostenibilità ambientale.

Per essere vicino all'ambiente, il meeting si avvarrà della collaborazione di Amico Bicchiere, il bicchiere in polipropilene (PP) personalizzabile, infrangibile, riutilizzabile e riciclabile, e di Ecozona Iberian, il sistema di distribuzione dell'acqua che abolisce le bottiglie in PET.

Si andrà anche oltre: insieme a Mare Vivo, associazione ambientalista che dal 1985 si batte per la difesa del mare e delle sue risorse, verrà stilato un vademecum per rendere eco sostenibile qualunque festival classificandolo attraverso un sistema di stelle marine, similmente a quanto accade nel settore alberghiero (Stars & Rating). Tra i partner "green" dell'evento (diviso fra esibizioni musicali, panel e dibattiti su temi caldi del settore), anche Plasticad’A-mare ed eco-festival plastic free, che si terrà dal 5 all'8 settembre al Porto Turistico di Roma.

  • shares
  • Mail