Inquinamento ambientale: accordo per la tutela del fiume Sarno

Costa: "L'accordo è il primo passo verso una rete istituzionale sul fiume Sarno che sarà chiave di volta per il risanamento ambientale del territorio sarnese".


Quando si affronta il tema dell'inquinamento ambientale, le sole parole non bastano. Ci vogliono iniziative concrete, come quelle che stanno prendendo forma per contrastare una grande emergenza ecologica del nostro paese: quella del fiume Sarno.

La sigla dell'accordo di collaborazione operativa fra autorità di bacino distrettuale e comando dei carabinieri per la tutela ambientale è un passo importante nella giusta direzione, ma anche una sfida, assolutamente da vincere.

Il ministro dell'ambiente Sergio Costa è molto determinato: "Sappiamo che il fiume Sarno è considerato come uno dei siti più inquinati d'Europa, ma sappiamo pure che ha una grande e importante tradizione, una storia che non dobbiamo e non vogliamo dimenticare. Finalmente stiamo creando i presupposti affinché comuni, Regione, Ministero, Autorità di Bacino e le forze dell'ordine comincino a fare rete e a collaborare mettendo in campo tutte le risorse a loro disposizione e il rispettivo know-how per far fronte a questo problema e ridare dignità e futuro a questo territorio".

L'accordo appena siglato si prefigge lo scopo di effettuare verifiche sullo stato di tutti gli scarichi che sversano nei corpi idrici del bacino del fiume Sarno, di predisporre la mappatura e schedatura degli scarichi, di predisporre misure di attenuamento e controllo dei flussi di contaminazione derivanti dagli scarichi. In corso d'opera saranno organizzati appositi tavoli tecnici per fare il punto sulle attività svolte e/o per il monitoraggio dei dati raccolti.

Fonte | Ministero dell'Ambiente

  • shares
  • Mail