Terra dei Fuochi: il ministro Costa plaude ai controlli interforze

Nuove brillanti operazioni sono state messe a segno nella Terra dei Fuochi, con un'azione di minitoraggio che si fa sempre più incisiva. Il contrasto all'inquinamento nell'area prende un'altra marcia.

Prosegue l'azione di contrasto agli illeciti nella Terra dei Fuochi. Una recente operazione di controllo interforze ha portato a cinque sequestri e sette denunce nell'area, per la gestione e lo smaltimento illecito di rifiuti e degli scarti delle lavorazioni, oltre che per l'esercizio abusivo di attività.

Il ministro dell'ambiente Sergio Costa esprime così il suo compiacimento: "I miei complimenti per i brillanti risultati dell'operazione interforze di controllo straordinario nella Terra dei Fuochi disposta dall'incaricato per il contrasto dei roghi nella Regione Campania, Gerlando Iorio. Per l'ennesima volta si sono registrati ecoreati e illeciti in una terra già martoriata dal punto di vista ambientale, dove però, grazie al coordinamento magistrale tra le forze dell'ordine, ancora una volta la legalità ha trionfato. Avanti così!"

Tutti sappiamo del dramma ambientale italiano della Terra dei Fuochi. I roghi dei rifiuti tossici presenti in quella vasta area della Campania rappresentano un rischio per la salute della popolazione locale. Ecco perché ogni iniziativa di ripristino della legalità va letta positivamente.

Nella Terra dei Fuochi, dove sono stati interrati rifiuti tossici e speciali, il contrasto ai roghi, pericolosi per la salute dei cittadini, si avvale di rafforzati strumenti negli ultimi tempi. La scorsa estate, per esempio, è stato siglato a Palazzo Chigi un accordo tra Fabrizio Curcio, presidente dell'Unità di coordinamento del "Piano di azione per il contrasto dei roghi dei rifiuti", e il generale Alberto Rosso, Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica.

L'intesa rafforza l'attività di contrasto ai roghi dei rifiuti nella Terra dei Fuochi, avvalendosi di satelliti, aerei, droni e analisti dell'Aeronautica Militare, che si aggiungono agli assetti e alle capacità operative già fornite dall'Esercito Italiano. Una marcia in più, sicuramente, nell'ottica del ripristino della legalità.

Fonte | Ministero dell'Ambiente

  • shares
  • Mail