Ambiente: anche l'Italia nel Patto Europeo sulla Plastica

La plastica e il suo riciclo in un accordo europeo nel segno della responsabilità ambientale. Il ministro Costa: "La gestione necessita di strumenti condivisi tra governi e imprese".

L'inquinamento da plastica è un'emergenza mondiale, che bisogna fronteggiare anche attraverso un potenziamento dell'economia circolare, magari facendo appello a soluzioni innovative, che possano accelerare i tempi.

Il governo italiano si sta muovendo in questa direzione, come conferma l'adesione nelle scorse ore del nostro paese al Patto Europeo sulla Plastica ("European Plastic Pact"), siglato a Bruxelles. L'obiettivo? Dare un passo più rapido al riuso e al riciclo di questi materiali organici ad elevato peso molecolare, per il bene dell'ambiente. Tale intesa, lanciata nel 2019 dai Paesi Bassi e dalla Francia, si concentra su quattro settori chiave:

• la progettazione circolare di prodotti e imballaggi in plastica
• l'uso responsabile della plastica
• il riciclaggio delle materie plastiche
• l'uso di plastica riciclata

Ecco le parole del ministro dell'ambiente Sergio Costa: "Abbiamo aderito con convinzione al Patto Europeo sulla Plastica, che ha suscitato subito il nostro interesse. Siamo convinti che una tematica così complessa come quella legata alla plastica, e il contrasto all'inquinamento prodotto, necessiti di strumenti condivisi tra i Paesi europei e tra i molteplici attori coinvolti nella gestione. Il Patto è uno strumento prezioso per affrontare meglio il ciclo della plastica, dalla progettazione dei prodotti alla produzione al corretto riciclo".

L'obiettivo di questo accordo è quello di riunire i governi, come precursori nella ricerca di misure all'avanguardia per la gestione della plastica, investendo nelle infrastrutture di raccolta e riciclo dei rifiuti, prevedendo politiche fiscali di sostegno, sensibilizzando i consumatori e mettendo in campo varie altre iniziative per creare un ambiente favorevole, costituendo al tempo stesso una coalizione volontaria di attori pubblici e privati in prima fila nella lotta all'inquinamento legato alla plastica.

Fonte | Ministero dell'Ambiente

  • shares
  • Mail