New York legalizza bici e monopattini elettrici

Lo Stato di New York ha finalmente deciso di legalizzare bici e monopattini elettrici, una svolta green che si attendeva da tempo.

monopattini

Lo stato di New York ha finalmente deciso di rendere legali biciclette e monopattini elettrici, due mezzi di trasporto già molto popolari fra gli utenti statunitensi. Un importante successo per lo stato a stelle e strisce, che lo scorso anno aveva preparato una normativa simile, poi bloccata all'improvviso dal governatore Andrew Cuomo.

La nuova legge garantisce la possibilità di avvalersi di biciclette e monopattini elettrici, demandando però alle singole municipalità l'onere di approvarne la circolazione. Non dovrebbero però esservi grandi problemi nella città di New York, dove da tempo i cittadini chiedono una regolamentazione del settore. In particolare i rider, i quali vorrebbero approfittare di questi comodi strumenti per rendere le loro consegne più veloci e meno faticose.

Stando alle nuove regole, entrate in vigore lo scorso primo aprile, vengono previste alcune classi di veicoli elettrici che potranno circolare senza grandi limitazioni:


  • biciclette a pedalata assistita;

  • biciclette con motore elettrico fino a 20 miglia l'ora;

  • monopattini elettrici fino a 15 miglia l'ora.

Ai guidatori di età inferiore ai 18 anni verrà richiesto di indossare un casco protettivo, soluzione quest'ultima obbligatoria anche per i maggiorenni dotati di mezzi elettrici che raggiungono o superano le 20 miglia orarie.

Prima dell'approvazione delle nuove misure, il contesto di circolazione di questi mezzi di micro-mobilità è apparso molto lacunoso nello stato di New York. Ad esempio, le strade della Grande Mela hanno spesso visto la presenza di monopattini e biciclette elettriche, tuttavia gli agenti del New York Police Department (NYPD) avevano ricevuto ordini per la confisca dei mezzi e l'emissione di multe fino a 500 dollari, per tutti gli strumenti in grado di raggiungere una velocità superiore alle 25 miglia orarie.

Sebbene al momento non vi siano precise conferme in merito, la stampa statunitense suggerisce che l'approvazione delle norme possa aver subito un'accelerazione data la diffusione del nuovo coronavirus, affinché riders e startup di consegna possano velocizzare il trasporto di merci ai cittadini costretti all'isolamento nelle loro abitazioni.

Fonte | The Verge

  • shares
  • Mail