Non solo auto elettriche: Tesla vuole ora produrre energia pulita

Tesla deposita nel Regno Unito la documentazione per diventare un fornitore di energia pulita.

Solar farm

Non solo auto elettriche nel futuro di Tesla, ma anche la fornitura a livello cittadino di energia pulita. È quanto si apprende dall'ultima mossa della società di Elon Musk nel Regno Unito: il gruppo ha ufficialmente richiesto alle autorità locali di diventare un fornitore di energia elettrica, depositando tutta la documentazione necessaria.

A renderlo noto è BBC, sottolineando come la scorsa settimana la società statunitense abbia depositato richiesta formale presso la Gas and Electricity Markets Authority, l'autorità britannica per l'energia. Da quanto si apprende dalla documentazione, Tesla ha intenzione di fornire energia pulita e proveniente da fonti rinnovabili, facendo ricorso ad alcune tecnologie proprietarie.

Fra queste un software ribattezzato Autobidder, un'indiscrezione che suggerisce come Tesla sia pronta a portare la sua politica delle batterie a uso industriale e domestico su larga scala. Il gruppo ha da tempo sviluppato delle soluzioni per lo storage energetico sia a livello di impianto di produzione che domestico, alcune delle quali già implementate in Australia presso la sua Hornsdale Power Reserve. Presso questo impianto l'azienda si avvale proprio del software Autobidder, un sistema pensato per automatizzare la gestione e la vendita del surplus energetico da immettere nuovamente in rete, quindi si sospetta che i piani nel Regno Unito possano essere analoghi.

Al momento Tesla non ha ancora rivelato quali siano le precise strategie per i consumatori britannici, tuttavia un'evoluzione degli obiettivi energetici dell'azienda appare più che naturale. Dopo il successo con le auto elettriche e con Powerwall - il sistema di batterie e pannelli solari per le singole abitazioni - appare naturale che il gruppo miri a diventare un fornitore di energia a tutti gli effetti.

Fonte: BBC

  • shares
  • Mail