Dopo l'alluvione a Catania per il nubifragio oggi scuole chiuse: inizia lo scaricabarile sul mancato allerta meteo

Oggi accanto alla prima stima dei danni avuti con il nubifragio lampo di ieri scattano anche le polemiche sul mancato allerta dell'amministrazione catanese ai cittadini circa i rischi e i pericoli dovuti al maltempo di ieri. La Protezione civile ha reso noto, invece, di aver inviato regolarmente il bollettino meteo.

Ricordiamo che in meno di due ore le principali strade cittadine e sopratutto la centralissima via Etnea dal tondo Gioeni fino a Piazza Duomo si sono trasformate in fiumi in piena la cui portata d'acqua ha travolto auto in sosta, sedie e tavolini dei bar e allagato i negozi. Solo la fortuna ha voluto che non vi fossero vittime. Come ha puntualizzato l'ufficio stampa del Comune di Catania come riporta LiveSicilia:

Quanto accaduto non era affatto prevedibile. L'acqua è arrivata dai paesi etnei, Mascalucia, Pedara, Gravina, ed è confluita violentemente in via Etnea e, da qui, in piazza Duomo.

Sempre Livesilicia riporta la replica del Centro funzionale centrale del dipartimento della Protezione civile, che sostituisce dal 2004 quelloinadempiente della Regione Siciliana:

Il bollettino di criticità, come avviene ogni giorno, anche ieri è stato inviato alla Protezione civile della Regione Siciliana cui spetta la comunicazione al territorio coinvolto. Prima di rifugiarsi nel ricorrente scaricabarile - conclude la nota del Dipartimento Protezione civile nazionale - sarebbe utile che chi è autorità di protezione civile conoscesse il sistema e mettesse a regime quello che il sistema stesso prevede.

A pesare comunque sull'intero bilancio della giornata di ieri responsabilità antiche e recenti in merito alla gestione di assetto e riassetto del tessuto idrogeologico e messa in sicurezza del territorio.

Il sindaco Raffaele Stancanelli in un comunicato stampa precisa nessun organo competente aveva diramato per Catania allerta meteo:

Alla protezione civile comunale non era giunto dagli organi competenti della protezione civile nazionale e regionale alcun bollettino di allerta meteo.

Nubifragio a Catania le foto


Questa è Piazza Duomo in una foto che viene retwettata. Le auto sono ammassate verso la zona che poi sfocia al mare.

Ore 20:23
Da un tweet non confermato sembra che il disperso sia stato ritrovato e che sia in ospedale.

La foto di Bronto_Nella su Twitter. La pioggia si è riversata sulla città ai piedi dell'Etna in meno di due ore e la forza dell'acqua convgliata dalle strade in discesa ha spazzato via auto e allagato negozi.

Una bomba d'acqua si è riversata su Catania nel primo pomeriggio. Non era stato diramato nessun allerta meteo e il nubifragio è arrivato improvviso. L'acqua ha invaso via Etnea fino a Piazza Dusmet e Piazza Duomo. Allagati il palazzo del Municipio e Palazzo Chierici. Il Giornale di Sicilia annuncia che vi è un disperso.

Alle 19:28 l'annuncio che lo scalo di Catania Fontanarossa dopo essere stato chiuso per motivi si sicurezza è tornato operativo sebbene abbiano subito ritardo almeno 4 voli. Via Etnea a causa dell'acqua abbondante che si è riversata in pochissimo tempo si è trasformata nel letto di un fiume che ha convogliato il flusso dall'alto del Tondo Gioeni.

Catania Live Sicilia riferisce che il sindaco Raffaele Stancanelli ha disposto per domani la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado:

Una misura preventiva doverosa affinchè si possano verificare ed eventualmente rimuovere situazioni di pericolo per i ragazzi che sono la nostra priorità assoluta. Peraltro molti di questi plessi da sabato dovranno ospitare i seggi elettorali, un motivo in più per effettuare controlli accurati visto che poi dovranno ospitare in tutta sicurezza anche il flusso di migliaia di elettori.

Foto | Gallery Via Etnea Catania su Fb

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: