Seguici su

Alimentazione

In Francia regalano un pollo per smaltire gli avanzi vegetali

In Francia in sempre più comuni offrono di adottare un pollo per ridurre gli scarti vegetali.

Nel comune di Barsac in Gironda nel sud della Francia, zona di campagna e vigneti, sono in distribuzione polli da allevare con gli avanzi di cucina. La proposta nasce dall’analisi fatta dal sindaco Philippe Meynard, ovvero che un pollo consuma all’anno 150 Kg di avanzi.

Barsac è un piccolo comune abitato da poco più di 2000 abitanti che però hanno accolto con grande entusiasmo la proposta di adottare un pollo mangia avanzi. Per ora ne saranno distribuiti 150 a altrettante famiglie.

I polli sono stati consegnati con una cerimonia di adozione molto apprezzata sopratutto dai bambini con tanto di carta di adozione e consigli su come allevarli. Per il sindaco grande soddisfazione poiché così conta di risparmiare circa 15 mila euro all’anno sui costi di incenerimento avendo 150 tonnellate di rifiuti in meno. E sopratutto allevando polli il sindaco vedrà ridurre quella quota di 140 kg di rifiuti a testa e per anno dei suoi concittadini.

L’idea è partita dal piccolo comune di Pincé (Sarthe) e seguita poi da Mandres-les-Roses (Val-de-Marne) e l’agglomerato di Besançon (Doubs).

Spiega Jean-Louis Bergey, direttore de l’Ademe (Agence de l’Environnement et de la Maîtrise de l’énergie) della regione Aquitaine:

Sembra marginale ma non è inutile anzi è un sistema eccellente per la riduzione dei rifiuti che va adottato assieme al comnpostaggio e peraltro risulta anche essere un metodo pedagogico formidabile.

Via | Barsac, Barsac, ConsoGlobe, Alimentation Gouv
Foto | Flickr

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa