Seguici su

Cronaca ambientale

Tibet: nessun superstite fra gli 83 minatori sepolti dalla frana

L’agenzia di stampa cinese Xinhua ha confermato che non vi sarebbero superstiti fra gli 83 lavoratori rimasti sepolti dopo la frana avvenuta a Maizhokunggar, nella contea di Lhasa.

 

Nella miniera, una filiale della China National Gold, gli operai lavorano all’estrazione dell’oro. Sia il presidente che il capo del governo hanno chiesto di far luce sulle cause della frana.

Secondo le dichiarazioni di un dirigente locale, la frana ha interessato un’area di ben quattro chilometri quadrati con lo smottamento verso valle di due milioni di metri cubi di fango, terra e detriti. Gli oltre mille soccorritori  (agenti di polizia, vigili del fuoco e personale medico) stanno lavorando per rimuovere rocce e terreno dall’ingresso alla miniera, posto a quota 4600 metri. Nelle operazioni di soccorso sono impiegati anche 15 cani e 15 macchine che riescono a “leggere” il calore corporeo e, dunque, rilevare la presenza di segnali di vita sotto il materiale franato.

Il disastro sarebbe dovuto a cause naturali, anche se finora non è ancora stata fornita alcuna versione ufficiale sull’accaduto. L’ospedale della contea di Maizhokunggar è già stato allertato affinché tenga disponibili e postazioni operatorie per accogliere eventuali superstiti.

Le miniere statali del Tibet sono state meta di una consistente immigrazione nel corso degli ultimi decenni. E, proprio a causa dell’intensa attività mineraria, non sono mancati, anche in passato, frequenti smottamenti di terreno.

Via | Xinhua

Foto © Getty Images

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa