Seguici su

Agricoltura

Insalate introvabili e frutta e verdura a prezzi elevati a causa dei cambiamenti climatici

Primavera carica di piogge in Italia e spariscono le insalate mentre è sconvolto tutto l’andamento delle coltivazioni.

Insalate introvabili a causa delle continue piogge di questa primavera. Come stima Coldiretti negli ultimi due mesi si è registrato il 20% di piogge in più con punte del 100% in alcune aree del Nord-est. A risentire le colture estive per cui scrive Coldiretti:

L’andamento climatico anomalo ha devastato l’agricoltura del nord e centro Italia, ma messo anche a rischio la stabilità idrogeologica del territorio con perdite, danni e maggiori costi per un miliardo di euro. In decine di migliaia di aziende agricole è andato perduto il lavoro di un intero anno e non c’è raccolto che non sia compromesso, dal pomodoro al riso, dalle patate alla frutta, dalla soia al mais fino al fieno con gravi problemi per l’alimentazione degli animali.

Spiega Ketty Capra vicepresidente dell’Ago, l’associazione grossisti ortofrutta di Milano:

Il vero disastro sono le insalate. Scarola, cicoria, riccia: semplicemente non si trovano. I prezzi possono arrivare all’ingrosso anche a 2-3 euro al chilo. Un fenomeno che non si vedeva da anni.

A risentirne sopratutto le colture di qualità per cui se fate caso, al mercato troverete pesche o ciliegie più piccoline, così come zucchine poco saporite e nespole praticamente annacquate.

I prezzi sono poi cresciuti notevolmente quasi del 10% e la causa è da ricercarsi proprio nel maltempo che ha prodotto danni per un miliardo di euro.

Via | Italia Fruit, Coldiretti

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa