Seguici su

Cronaca ambientale

Alluvione di Genova del novembre 2011, cinque gli indagati

A un anno e mezzo dal disastro di Genova le indagini volgono al termine: cinque gli indagati per omicidio plurimo e disastro colposo.

Disastro colposo ed omicidio colposo plurimo: queste le ipotesi di reato a carico di cinque persone, in seguito alla chiusura delle indagini sul disastro di Genova del 4 novembre 2011, quando le piogge torrenziali provocarono una vera e propria alluvione che mise in ginocchio la città e provocò la morte di sei persone.

Gli indagati sono l’ex sindaco di Genova, Marta Vincenzi, l’ex assessore alla Protezione civile, Scidone, e tre dirigenti del Comune. Questi nomi appartengono inoltre anche ad un’altra “lista nera”, quella degli indagati per falso: avrebbero stilato un documento fasullo, anticipando di 50 minuti l’esondazione del Rio Fereggiano, per fornire all’opinione pubblica la versione secondo la quale lo straripamento sarebbe stato imprevedibile.

Roberto Gabutti, capo dei volontari della Protezione Civile, sesto degli indagati per falso, è stata valutata come figura marginale rispetto alle responsabilità organizzative della macchina comunale, non gli sarebbero stati addebitati l’omicidio colposo plurimo e il disastro colposo. Resta tuttavia indagato per menzogne, in quanto sostenne di aver inviato un volontario sul ponte di Ferregiano, per monitorare il torrente: su quel ponte non andò mai nessuno ed il torrente esondò trascinandosi appresso speranze, sogni, vite umane.

Tali notizie, anticipate dal quotidiano laRepubblica e dal SecoloXIX, vogliono per la prima volta nella storia di Genova il prefigurarsi le ipotesi di reato di omicidio e disastro colposo in seguito ad un’alluvione: mai avvenuto in 40 anni di disastri.

Lo aveva scritto Ecoblog il giorno dopo il disastro, qualcosa di strano c’era: certamente le inadempienze, che dall’alluvione del ’77 (44 morti), avevano garantito alla città altri morti, altri disastri, altra disperazione.

Per le famiglie delle vittime si apre ora un’altra battaglia, forse quella più difficile, contro la lentezza della giustizia e la prescrizione: nel frattempo anche 14 commercianti colpiti dai disastri dell’alluvione hanno deciso di costituire una class action contro il Comune di Genova, impediti anche nell’accesso ai fondi di indennizzo.

Via | laRepubblica e IlSecoloXIX
© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa