Orso polare ucciso: esulta la ministra canadese per l'Ambiente, epic fail su twitter

Leona Aglukkaq è la ministra per l'Ambiente del Canada e ha pubblicato ieri su suo profilo twitter la foto di un orso polare ucciso dal cugino con un messaggio entusiasta: si è scatenato l'epic fail

La ministra per l'Ambiente del Canada Leona Aglukkaq ha pubblicato dal suo account twitter la foto di un orso polare, il primo ucciso dal cugino:


Le risposte non si sono fatte attendere e alcuni criticano pesantemente la ministra mentre altri sostengono la caccia all'orso polare spiegando che fa parte di un antica tradizione culturale, di cui francamente oggi non ce ne sarebbe proprio bisogno.

La ministra canadese Aglukkaq supporta l'espansione delle trivellazioni al Polo nord per l'estrazione di combustibili fossili, fatto per cui l'ecosistema polare è minacciato così come la sopravvivenza degli stessi orsi polari. La ministra Aglukkaq proprio lo scorso ottobre ha sminuito le affermazioni degli scienziati circa le prove in merito al riscaldamento globale; anzi ha precisato che gli orsi polari erano in buona salute avendo sui fratello osservato una serie di esemplari nella sua comunità.

Anzi proprio al Globe and Mail ha dichiarato che la popolazione di orsi polari è in deciso aumento:

Gli scienziati sostengono che la fauna selvatica nel Nord sia in diminuzione per sostenere la loro tesi sui cambiamenti climatici e che perciò gli orsi polari scompariranno.Ma chi vive in quelle zone dice che gli orsi polari stanno bene e che la popolazione è aumentata. Mio fratello è cacciatore a tempo pieno e vi dirà che la popolazione di orsi polari è aumentata e che gli scienziati si sono sbagliati.

A nulla sono valse le richieste di chiarimento e rispetto al fatto che la ministra potesse essere stata informata male. Nessuna risposta è mai arrivata dal ministero fino al tweet di oggi.

Via | El Journal

  • shares
  • Mail