Il Safari Club di Dallas compra il permesso per cacciare un rinoceronte nero

Il ricavato servirà a finanziare la protezione delle specie a rischio di estinzione. Ma gli animalisti insorgono e danno vita a una petizione online

Un Safari Club di Dallas, in Texas, ha messo all’asta per oltre 256mila euro il permesso per cacciare in Namibia un rinoceronte nero, una razza a rischio di estinzione. L’aspetto paradossale, per non dire ricattatorio, della vicenda è che il ricavato di questo anomalo safari andrà a finanziare la protezione delle specie minacciate, quindi anche quella del rinoceronte nero.

Il fine giustifica i mezzi? Il dibattito è aperto e l’iniziativa ha scatenato, com’era prevedibile, la rabbia delle associazioni di animalisti secondo le quali, nonostante le finalità benefiche, la decisione è comunque immorale.

Il permesso non è totale, ma sottostante ad alcuni vincoli: potrà essere ucciso un singolo rinoceronte che sia troppo vecchio per riprodursi e il cacciatore sarà accompagnato dalle guardie forestali della Namibia che dovranno verificare che l’animale corrisponda ai requisiti richiesti.

Il Safari Club di Dallas ha organizzato la vendita all’asta in occasione della sua convention annuale:

I biologi in Namibia speravano che l'asta organizzata in Usa assicurasse profitto da destinare alla conservazione dei rinoceronti e questo è esattamente quello che è successo. Questi animali non contribuiscono più alla crescita della popolazione e anzi possono comprometterla perché il rinoceronte nero è molto aggressivo e geloso del proprio territorio e spesso uccide i riproduttori più giovani,

ha commentato Ben Carter, direttore generale del club.

Intanto su www.causes.com è già partita una petizione online per fermare la messa in atto dell’esecuzione del rinoceronte nero. Secondo i promotori è impossibile proteggere il rinoceronte nero se si dà una sorta di patente per eliminarlo: oltre 75mila persone hanno già firmato.

Via | Agi

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: