Seguici su

Inquinamento

Amianto: Bologna si dà quattro anni per la bonifica

Nel capoluogo delll’Emilia Romagna si trovano oltre 1600 fabbricati con amianto. L’obiettivo è completare la bonifica delle aree più pericolose entro il 2018

Fuorilegge da 22 anni, l’amianto in Italia sta diventando un problema di sicurezza pubblica: la curva statistica delle morti per mesotelioma pleurico è in costante crescita e i lunghissimi tempi di latenza della malattia (fino a 40 anni) è una spada di Damocle con la quale convivono tutti coloro che hanno lavorato o vissuto in luoghi esposti all’asbesto.

A Bologna il monitoraggio dell’amianto è iniziato alcuni anni fa e l’obiettivo di medio termine è quello di completare la bonifiche delle aree pericolose. Queste aree, definite sensibili dall’amministrazione bolognese, sono quelle che si trovano a meno di 50 metri di distanza da scuole e ospedali. Si tratterebbe, in tutto, di 151 edifici, poco meno del 10% del totale degli edifici (1624) nei quali l’amianto non è ancora stato rimosso.

L’urgenza delle operazioni è classificata con un punteggio: nel range 5-10 la qualità è discreta e sono sufficienti la manutenzione e il controllo, fra gli 11 e i 20 punti la qualità è considerata scadente e c’è bisogno di una bonifica entro 36 mesi, fra i 21 e i 27 punti la qualità richiede un intervento immediato (18 mesi al massimo).

L’ultimo “censimento” risale al 2011 ed elenca 1.624 fabbricati in eternit, per una superfice complessiva di 474mila mq. Il quartiere Navile (con 409 edifici) e quello di San Vitale (365) sono quelli con il maggior numero di manufatti, seguono Borgo Panigale (256), Santo Stefano (173), Reno (118), San Donato (90), Porto (89), Savena (66) e Saragozza (58).

Il contrasto all’amianto non parte da zero: negli anni pre-recessione le bonifiche erano state sino a 318 l’anno, nel 2012 sono scese a 173. Ogni anno nelle discariche bolognesi finiscono tra le 750 e le 900 tonnellate di amianto, cifra che dovrebbe aumentare se il piano quadriennale di bonifica diventerà realmente esecutivo.

Via | Repubblica

Video | Youtube

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa