Seguici su

Inquinamento

Ilva, 28 condanne per morti per amianto a ex dirigenti

Sono 28 le condanne emesse dal Tribunale di Taranto che coinvolgono 28 ex dirigenti dell’Ilva responsabili per le morti causate dall’amianto tra 31 operai che lavoravano all’interno dell’impianto siderurgico

Le condanne sono state annunciate dal giudice della II sezione penale del tribunale di Taranto Simone Orazio e le pene più altre riguardano Sergio Noce condannato a 9 anni e mezzo e Giovanbattista Spallanzani condannato a 9 anni per il reato di disastro ambientale; condannati a otto anni e mezzo Pietro Nardi e Giorgio Zappa mentre a Fabio Riva e a Luigi Capogrosso (ex direttore dello stabilimento) sono stati riconosciuti sei anni di reclusione. Sono stati annunciati i ricorsi in appello.

Dei morti per amianto all’Ilva di Taranto ve ne rendevamo conto all’inizio di quest’anno a proposito dell’associazione Contramianto che si è costituita parte civile nel processo che si è concluso oggi con l’annuncio delle condanne.

L’amianto era entrato nell’impianto siderurgico massicciamente e presente fino alla fine degli anni ’90 ma il processo si è aperto 24 mesi fa per disastro ambientale, danni e lesioni ai danni di 31 operai che si sono ammalati e in alcuni casi morti per mesotelioma e cancro polmonare.

Sono stati ascoltati dai magistrati lungo questi due anni, decine di testimoni che hanno raccontanto come all’interno della fabbrica si svolgeva il lavoro a partire dagli anni ’60 e fino agli inizi del 2000. Insomma, i giudici hanno voluto ricostruire 40 anni di storia dell’impianto siderurgico e il Pubblico Ministero, Raffaele Graziano, dopo aver analizzato la documentazione aveva chiesto pene particolarmente severe per i responsabili delle malattie causate dalla polvere d’amianto.

A essere giudicati 29 dirigenti ma le condanne hanno riguardato 28 persone accusati di disastro colposo e violazione della normativa sulla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Dalla requisiotria è emerso che alla fine degli anni ’90 all’interno dello stabilimento tarantino erano contenuti grandi quantitativi di amianto che hanno esposto alle malattie gli operai. Le bonifiche sono partite a rilento e a oggi sono in calendario nel programma industriale ILVA ancora 1300 interventi.

Foto | Contramianto su Fb

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa