Seguici su

Inquinamento

In Cina nasce il giudice anti-inquinamento

Deng Xuelin avrà il compito di coordinare il lavoro di 134 tribunali ambientali distribuiti in tutto il Paese

Nel mese di marzo 2014, 71 città cinesi su 74 non sono riuscite a soddisfare gli standard richiesti sulla qualità dell’aria. In Cina l’emergenza inquinamento è a livelli di guardia da anni con concentrazioni di particolato impensabili per gli standard europei. Ma qualcosa sta cambiando. Da qualche tempo il governo della Repubblica Popolare Cinese sembra avere preso coscienze dei problemi connessi a uno sviluppo incontrollato e poco attento all’ambiente.

Negli scorsi giorni un anziano e sconosciuto giudice, Deng Xuelin è stato eletto alla presidenza del Tribunale ambientale e delle risorse, un organo giuridico creato di recente che avrà il compito di far rispettare leggi da troppo tempo disattese.

Deng avrà il compito di coordinare il lavoro di 134 tribunali ambientali preesistenti. La creazione di questa figura di supervisione rientra nel processo di centralizzazione con cui il presidente Xi Jinping sta cercando di riformare la Cina e prestare una maggiore attenzione all’ambiente.

Il compito del Tribunale ambientale e delle risorse sarà tutt’altro che semplice visto che la maggior parte delle imprese inquinati sono di proprietà o a partecipazione statale.
L’inversione di rotta nella politica ambientale della Cina è avvenuta nel 2012 quando gli alti dirigenti cinesi hanno adottato una strategia nuova, basata su di una maggiore trasparenza dei dati e su sanzioni per chi non rientra nei limiti previsti dalla legge. Dopo due anni i frutti iniziano a vedersi: 179 città rilasciano i dati sull’inquinamento in tempo reale e all’inizio dell’anno è stata modificata la legge di protezione ambientale che risaliva al 1989. La “nuova” Cina, insomma, vuole continuare a crescere, ma non è più disposta a farlo a spese dell’ambiente. Moltissimo resta da fare per scongiurare quella che è stata ribattezzata “airpocalypse”, ma la decisa inversione di rotta è un dato rassicurante, non soltanto per i cinesi.

Via | Business Insider

Foto © Getty Images

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa