Seguici su

Auto a Idrogeno

H2R a Ecomondo, intervista ad Andrea Crespi sulla Hyundai ix35 Fuell Cell e la rete distributiva dell’idrogeno

In occasione di H2R, Blogo ha intervistato Andrea Crespi, direttore generale di Hyundai Italia. La Hyundai ix35 è la prima vettura al mondo in produzione alimentata a idrogeno: è questo il futuro della mobilità sostenibile?

RIMINI – H2R all’interno di Ecomondo, una fiera nella fiera, dedicata al recupero di materia ed energia e allo sviluppo sostenibile; un evento che dopo undici anni è diventato il più importante salone italiano dedicato alla mobilità sostenibile. Tante le Case automobilistiche presenti con le proprie vetture più “green” esposte staticamente all’interno del Salone e pronte per un test drive nell’area esterna.

Metano, GPL, elettrico e naturalmente l’ibrido: la novità assoluta però è rappresentata dalla Hyundai ix35 Fuel Cell, la prima vettura a idrogeno al mondo prodotta e commercializzata in serie. In breve, sfrutta la tecnologia delle celle a combustibile facendo reagire l’idrogeno, contenuto nelle bombole pressurizzate a 700 bar, con l’ossigeno per produrre energia poi immagazzinata nelle batterie e inviata al motore elettrico. Grazie ai due serbatoi da 5,64 kg è in grado di percorrere 594 km con un pieno che costa l’equivalente di circa 60 Euro. Il motore elettrico eroga 136 Cv e 300 Nm di coppia ed emette esclusivamente vapore acqueo.


Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R

Perciò se l’idrogeno è ottenuto da fonti rinnovabili, come nel “nostro” impianto di Bolzano, si tratta realmente di una vettura a zero emissioni. La Hyundai ix35 è frutto dello sviluppo di 15 anni di sperimentazione, ad oggi dopo 4 milioni di km di test e innumerevoli prove di affidabilità compresi crash test e fire test, è una vettura “reale” a tutti gli effetti. Ciò che manca è la rete di distribuzione dell’idrogeno.

Per saperne di più sulla tecnologia e lo stato del “progetto” ne abbiamo parlato direttamente con Andrea Crespi, Direttore di Hyundai Italia, che con molto senso pratico ci ha spiegato i pregi della tecnologia, ma anche qualcosa sul quale c’è ancora da lavorare, come la distribuzione degli impianti di idrogeno. “I vantaggi dei combustibili tradizionali e quelli delle auto elettriche a batterie possono essere concentrati in un’unica tecnologia che è quella dell’alimentazione a idrogeno con celle a combustibile: Hyundai ix35 è anche la prima vettura ad arrivare in Italia con 10 esemplari già consegnati.”

Crespi ha rimarcato poi, come per Hyundai questa vettura non rappresenti solo il futuro, ma anche il presente. Un presente sui cui bisogna lavorare per diffondere la tecnologia e la conoscenza, è anche per questo che ix35 è a Rimini per presentarla ad esempio al ministro dell’Ambiente Andrea Orlando e al Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato. Un’iniziativa atta sensibilizzare i vertici, ma anche vicina all’utente normale che è invitato a provare su strada, prenotando il test drive, quanto sia “reale” la ix35 Fuell Cell.

Con questo non vogliamo dirvi che le auto a idrogeno sono per tutti, e sono per oggi. La strada è ancora lunga e in salita, visto che il nostro governo al momento non prevede né una rete di infrastrutture né incentivi all’acquisto…

Doveroso però guardare avanti e fare il punto sulla situazione di nuove fonti di alimentazione per le zero emissioni, che gradualmente possono portarci ad una mobilità davvero green ed ecosostenibile. Anche altri gruppi automobilistici stanno facendo progressi sulle auto ad idrogeno, e questo può solo che alimentare la speranza che, prima o poi, saranno per tutti. Non sappiamo se l’auto che non inquina sia un sogno o meno ma di sicuro, con le fuel cell, ci stiamo avvicinando.

Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R

Hyundai ix35 FCV H2R

Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R
Hyundai ix35 FCV H2R

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa