Elip, la bicicletta con le ruote ellittiche

Elip è stata presentata al Festival Bike Portugal di Santarém suscitando grande curiosità nel mondo delle due ruote

L’impressione vedendo scorrere Elip è quella di una distorsione visiva, di un’illusione ottica, ma, almeno per questa volta, l’inganno non è negli occhi di chi guarda, ma nell’oggetto stesso. Al Festival Bike Portugal che si è svolto nello scorso ottobre a Santarém, Autoforese, un’azienda del sud del Portogallo, ha presentato questo innovativo progetto ciclistico: una bicicletta con ruote ellittiche perfettamente utilizzabile nonostante la discontinuità del movimento e l’anomalia della progressione.

L’azienda di Ponte de Sôr, presieduta dal 73enne Jacinto Oliveira, ha lavorato per tre anni, a partire dal 2011, per realizzare una bicicletta in grado di distinguersi dagli altri modelli. Al termine di un lungo e laborioso progetto di ricerca si è approdati a Elip.

Oliveira si è chiesto se non vi fosse altra ipotesi rispetto alla ruota, la cui forma è consolidata da sette millenni. E così è stata pensata e realizzata una bicicletta a ruote ellittiche che, ovviamente, ha costretto il team di Autoforense a ripensare la struttura del telaio.

Nonostante l’eccentricità delle ruote, Elip permette una conduzione somigliante a quella di altre biciclette: l’anomalia dei cerchi è “corretta” da una nuova tecnologia brevettata da Autoforense: nelle biciclette normali la pedalata è sempre uguale, con Elip, invece, la varietà della pressione impressa sui pedali contribuisce a ridurre la fatica muscolare. Inoltre, secondo i suoi ideatori, questa innovativa struttura consente un maggiore controllo sia sulla ruota posteriore che su quella anteriore, visto chge entrambe aderiscono maggiormente al terreno.

Oliveira ammette che la bicicletta è stata scelta come mezzo di trasporto per la sperimentazione delle ruote ellittiche, ma, viste le caratteristiche e i risultati delle prove sul campo, le principali destinazioni delle ruote ellittiche potrebbero essere nelle macchine agricole (ottimo) e nell’equipaggiamento militare (soluzione che non ci piace affatto).
Il progetto è stato co-finanziato da Inalentejo do Qren (Quadro de Referência Estratégico Nacional) attraverso il Feder (Fundo Social de Desenvolvimento Regional) e ha ottenuto l’appoggio scientifico e tecnologico di Line.Ipt ((Laboratório de Inovação Industrial e Empresarial do Instituto Politécnico de Tomar).

Via | Publico | Elip

  • shares
  • Mail