California, cisterne smart per sconfiggere la siccità

La siccità che da quattro anni si è abbattuta sulla California ha fatto piombare il più popoloso stato americano (ben 37 milioni di abitanti) in una crisi idrica senza precedenti che ha costretto il governatore Jerry Brown a razionare l’acqua e a prendere misure drastiche per il consumo idrico.

Negli scorsi giorni Eric Garcetti, sindaco democratico di Los Angeles, in una conferenza stampa tenutasi nel giardino di una casa provvista delle innovative cisterne, ha suggerito una soluzione per un problema che sta diventando drammatico: i livelli della neve sulla Sierra Nevada sono ai minimi storici e l’arrivo del Niño potrebbe aggravare ulteriormente la situazione.

La cisterna che raccoglie l’acqua piovana non è certo una novità, a essere nuova è la gestione di quest’acqua: il serbatoio è infatti collegato, attraverso un’applicazione digitale, a un servizio meteo via Internet che consente di svuotare la cisterna quando un violento temporale sta per abbattersi sulla località. In questo modo la cisterna è pronta per accogliere una nuova scorta d’acqua.

Queste piogge vengono filtrate prima di irrigare il giardino di casa e di defluire nelle falde acquifere dell’area:

“In questo modo, invece di regalare altra acqua all'unico spazio che non ne ha bisogno, l'Oceano Pacifico, la dirottiamo nelle nostre falde e nei nostri giardini” spiega il sindaco di Los Angeles.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail