Seguici su

Uncategorized

Cile, batteri al lavoro invece dei minatori per estrarre il rame

La tecnica della biolisciviazione è l’ultima frontiera dell’estrazione mineraria

[blogo-video id=”160804″ title=”Cile, batteri al lavoro in miniera” content=”” provider=”askanews” image_url=”http://engine.mperience.net/cdn/static/img/tmnews/20151126_video_13301146.jpg” thumb_maxres=”0″ url=”20151126_video_13301146″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTYwODA0JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PHNjcmlwdCB0eXBlPSJ0ZXh0L2phdmFzY3JpcHQiIHNyYz0iaHR0cDovL2VuZ2luZS5tcGVyaWVuY2UubmV0L0VuZ2luZVdpZGdldC9zY3JpcHRzL3dpZGdldF8xIj48L3NjcmlwdD48ZGl2IGNsYXNzPSJtcGVfd2lkZ2V0IiBkYXRhLW1wZT0ndHlwZT1wbGF5ZXJ8YXBwSWQ9MTl8dGFyZ2V0SWQ9MjAxNTExMjZfdmlkZW9fMTMzMDExNDZ8cGxheWVyT3B0aW9ucz17ImF1dG9wbGF5Ijoibm9uZSIsImFkdlVSTCI6Imh0dHA6Ly9vYXMucG9wdWxpc2VuZ2FnZS5jb20vMi92aWRlby5ibG9nby5pdC9hc2thbmV3cy9wbGF5ZXJAeDUwIiwidXNlSW1hU0RLIjp0cnVlfSc+PC9kaXY+PHN0eWxlPiNtcC12aWRlb19jb250ZW50X18xNjA4MDR7cG9zaXRpb246IHJlbGF0aXZlO3BhZGRpbmctYm90dG9tOiA1Ni4yNSU7aGVpZ2h0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7b3ZlcmZsb3c6IGhpZGRlbjt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O30gI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE2MDgwNCAuYnJpZCwgI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE2MDgwNCBpZnJhbWUge3Bvc2l0aW9uOiBhYnNvbHV0ZSAhaW1wb3J0YW50O3RvcDogMCAhaW1wb3J0YW50OyBsZWZ0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7d2lkdGg6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDtoZWlnaHQ6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDt9PC9zdHlsZT48L2Rpdj4=”]

Si chiama biolisciviazione l’ultima frontiera dell’industria mineraria. La lisciviazione è una tecnologia della chimica applicata consistente nella separazione dei componenti da una massa solida mediante un solvente. La biolisciviazione, invece, prevede la dissoluzione dei metalli dai loro minerali mediante l’uso di microrganismi come i batteri. Il solvente viene sostituito dai batteri e l’estrazione dei minerali – in modo particolare il rame – diventa sostenibile ed ecologica.

Questo processo è molto utile nell’attività estrattiva poiché il metallo interessato si trova all’interno di miscele contenenti grandi quantità di costituenti non utili e la lisciviazione, e di conseguenza la biolisciviazione, viene utilizzata per rimuoverli. In Cile, uno dei paesi al mondo maggiormente attivi nell’industria mineraria, questa tecnologia viene adottata da specialisti che utilizzano batteri selezionati per estrarre il rame dai depositi attraverso un sistema eco-friendly.

La cilena Codelco, principale produttore mondiale di rame, e la Nippon Mining and Metals Corp hanno creato nel 2002 la Biosigma, una società specializzata in questo tipo di estrazione ecologica che ha dovuto superare sei mesi di test per poter avviare le estrazioni in una miniera cilena con queste modalità.

Ma come funziona la biolisciviazione? A spiegarlo è la direttrice di Biosigma, Pilar Parada Valdecantos:

“Quando i batteri vengono depositati sulla superficie del materiale, assumono zolfo e ferro che usano come fonte di energia per crescere, lasciando rame in soluzione. Questa soluzione viene quindi canalizzata per essere depositata in grandi cisterne di raccolta”.

La parte più importante del lavoro è quella preparatoria ovvero la selezione dei batteri più adatti per il tipo di minerale da trattare. Secondo Valdecantos questa tecnologia potrebbe ridisegnare il futuro dell’industria estrattiva grazie a un’ottimizzazione di processi naturali con un minore impatto ambientale e una maggiore efficienza. Anche alla luce di quello che è successo tre settimane fa in Brasile non può che essere una buona notizia.

Foto | video Askanews

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa