Yacht ibrido CCN Vanadis vince il World Yachts Trophies

CCN fa la tripletta e si aggiudica per il terzo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento assegnato dalla rivista Yachts France. Il merito è dello yacht ibrido Vanadis, nato nel segno della mobilità nautica sostenibile.

La mobilità sostenibile in acqua è un tema di stretta attualità, che lo yacht CCN Vanadis interpreta bene, come conferma il successo del modello nella categoria "Green Yachts" ai prestigiosi World Yachts Trophies 2019.

Il quarto esemplare della linea Fuoriserie di CCN è stato premiato lo scorso weekend, nella suggestiva cornice della spiaggia dell'Hotel Carlton di Cannes, a cura della rivista Yachts France, che ha riconosciuto il suo contenuto tecnologico all'avanguardia e la sua grande attenzione ai temi dell'eco-sostenibilità e dell'efficienza ambientale.

Il progetto di questo 31m fully custom inaugura infatti E-Prop, la linea di imbarcazioni firmate CCN caratterizzate da sistemi di propulsione ibrida, soluzione pratica ed efficace per contenere le emissioni di CO2, che vengono tagliate in modo significativo da simili motorizzazioni.

Le doti dello yacht CCN Vanadis sono ampiamente riconosciute: del resto si tratta del primo motoryacht Made in Italy ad aver ottenuto la certificazione con l'annotazione "Hybrid Power" dal Lloyd's Register. L'imbarcazione, firmata dallo Studio Guido De Groot, è in grado di garantire la navigazione in diesel mode, diesel electric o full electric per il massimo comfort e zero emissioni.

Alla spinta provvedono 2 propulsori azimutali Schottel STP 150 FP a doppia elica comandati con sistema ibrido gestito da siemens che prevede sia motori tradizionali diesel che motori elettrici alimentati dai generatori o da batterie. Tale configurazione permette una navigazione a basso consumo e ridotto impatto ambientale, oltre ad un aumento del comfort di bordo grazie alla riduzione del rumore e delle vibrazioni sia in rada che in navigazione.

  • shares
  • Mail